Green Bay: Abbrederis out per tutta la stagione?

Pessima notizia per i Packers che in questi Training Camp erano rimasti relativamente esenti da problemi di infortuni: in una stessa seduta, quella di ieri, venerdì primo agosto, si sono infortunati Corey Linsay alla spalla e Jared Abbrederis al ginocchio.

Ma dei due, è il secondo che lascia molto tristi i tifosi formaggiari: Bob McGinn del Milwaukee Journal-Sentinel ha riportato che una fonte Packers gli ha confermato, per Abbrederis, la rottura del legamento crociato anteriore, come temuto.
Questo è un colpo veramente terribile per il rookie ed ex Wisconsin Badgers, draftato nel quinto round dai Packers al Draft 2014. Abbrederis aveva mostrato segni di miglioramento negli ultimi allenamenti e da molti era atteso a contribuire come minimo nello special team di questa stagione.

Se questa diagnosi sarà confermata da ulteriori test, Abbrederis sarà inserito in Injuried Reserve (IR) per la stagione 2014 per tornare al 100% nel 2015.
Se può consolare, i Packers hanno la fortuna che questo infortunio non sarà un duro colpo per il loro reparto ricevitori: Abbrederis poteva essere considerato il quinto in ordine nella batteria dei WR in green&gold. Jordy Nelson, Randall Cobb, e Jarrett Boykin sono tutti veterani affermati, ed il collega rookie wideout Davante Adams (2o turno) erano soluzioni preferibili.

L’alba della seduta era stata ottimistica, con Nick Perry e Mike Neal tornati in campo, che significava un pacchetto pass-rusher di Green Bay Packers di nuovo quasi completo in quanto c’era solo da aspettare il rientro dei lineman Jerel Worthy e Letroy Guion. Nella secondaria, Morgan Burnett aveva saltato l’ultimo allenamento e metà di quello precedente.

Altre notizie legate al lavoro dei Packers nei giorni scorsi: il TE Brandon Bostick ha lavorato principalmente con i titolari. Il rookie del terzo round Richard Rodgers ha richiamato molto l’attenzione durante la primavera, ma questo in parte derivava dal fatto che Bostick fosse a margine per il recupero da un intervento chirurgico al piede. Ora che è recuperato, Bostick è il giocatore che effettua la maggior parte delle esercitazioni con la prima squadra, destando tra l’altro buonissima impressione: si sta facendo vedere in piena ripresa ed è un punto importantissimo per il forte attacco di Green Bay, considerando che è il miglior atleta del gruppo dei tight end dei team e, quando è in campo, ha bisogno di essere guardato da vicino dagli avversari.

Capitolo “parole in libertà”: I Packers vogliono per Eddie Lacy ancora più snap della la scorsa stagione, “al fine di evitare che le sostituzioni rallentino l’attacco [i Packers vogliono Lacy] sul campo più a lungo. Vogliamo ottenere più giocate, cercando coinvolgerlo in tutti gli aspetti del gioco”, ha detto l’OC Tom Clements. Per un ruolo più completo si potrebbe intendere più ricezioni per Lacy, che è stato il bersaglio di 35 passaggi come rookie. Lacy ha giocato il 60,2 per cento degli snap offensivi di Green Bay la scorsa stagione.

A questo va aggiunto un altro obbiettivo “fantasioso” posto da coach Mike McCarthy: i Packers hanno l’obiettivo di arrivare a 75 giocate offensive a partita in questa stagione (i Broncos si sono fermati in campionato a 72,1 la scorsa stagione; i Pack erano sotto di 11 a 66,8). Ottenere questo dato in attacco non è molto realistico, ma fa capire in che modo il coach Mike McCarthy vuole che giochi la sua squadra. L’obiettivo è quello di prevenire cambi difensivi, mantenendo avversari in formazione base. “giochiamo abbastanza veloce, ma hai sempre voglia di giocare più veloce”, ha detto McCarthy. Più giocate vogliono dire più punti, con Rodgers alla guida, il problema sarà spiegarlo alla difesa per far si che gli attacchi avversari non rimangano così tanto in campo.