NFL 2014 Preview: Atlanta Falcons

Una delle grandi deluse del 2013 alla ricerca del riscatto, oggi si parla di Atlanta Falcons.

 

Risultato 2013: 4-12, ultimo posto nella NFC South.

Allenatore: Mike Smith , settimo anno.

Partenze chiave: Tony Gonzalez (TE, ritirato), Thomas Decoud (FS).

Arrivi chiave: Jon Asamoah (G), Jake Matthews (OT), Tyson Jackson (DE), Paul Soliai (DT), Devonta Freeman (RB).

 

Attacco

Il tight end Tony Gonzalez si è ritirato alla fine della scorsa stagione, lasciando i Falcons all’inizio del training camp con nomi come Levine Toilolo, Bear Pascoe e Mickey Shuler. E’ evidente che il più grande cambiamento per Atlanta, in questa stagione, sarà come utilizzeranno il tight end. Quando la squadra si muoveva con la palla lungo il campo, il tight end diventava il sesto uomo di linea per l’opzione-passaggio, ma attualmente non c’è nessuno in questo roster che può replicare Gonzalez nel gioco di passaggio, mentre la linea offensiva potrebbe utilizzare il ruolo come aiuto, vista la stagione dello scorso anno, quando i varchi non sono stati aperti abbastanza frequentemente, e la protezione non era all’altezza.

Quando i Falcons entreranno in red zone, Toilolo dovrebbe avere un ruolo molto importante nell’attacco. E’ alto 203 cm, appare come un tight end costruito per il touchdown nel traffico oltre la goal line. Atlanta potrebbe ora avere molte più opzioni di punteggio per Toilolo, sicuramente più di un anno fa, ma la sua crescita dal primo al secondo anno dovrà essere notevole.

Al di fuori della posizione di tight end, gli obiettivi che erano di Gonzalez probabilmente saranno divisi dal trio di Roddy White, Julio Jones e Harry Douglas. Forse è un po’ troppo, dividere il gioco fra tutti e tre. Ciò significa che Ryan userà il reparto dei running back più spesso dei ricevitori, in questa stagione. Steven Jackson, Jacquizz Rodgers e Freeman sono tutti più che capaci nella pass-cach.

Non è un segreto che la linea offensiva di Atlanta è stata estremamente debole, nel 2013, e Ryan è stato sackato (career-high) 44 volte, oltre a fornire poca spinta nel fronte offensivo per aprire varchi al gioco delle corse. Durante la offseason, i Falcons hanno assunto un nuovo allenatore della linea offensiva: Mike Tice, e rinnovato il lato destro della linea con il veterano al quarto anno Asamoah, e la loro prima scelta al Draft Matthews, grande, forte, atletico, tecnico, che ha giocato anche LT. Sarebbe stato meglio per il ragazzo una crescita guidata, ma l’infortunio a Sam Baker costringe il team a rivedere i progetti e probabilmente a schierare subito il rookie nel lato cieco del QB, con tutto quello che ne consegue. Nel bene e nel male Asamoah e Matthews avranno un ruolo decisivo nell’anno di Atlanta.

Ancora una volta gli infortuni hanno giocato un ruolo determinante nella carriera di Baker. A questo punto molti si chiedono se non è andata sprecata quella prima scelta per prenderlo.

Nell’attacco degli Atlanta Falcons il rookie running back Devonta Freeman è stato un punto luminoso nel camp. Sta dimostrando che può essere in grado di dare un grande contribuito alla squadra durante la sua prima stagione nella NFL. Freeman ha dimostrato grande capacità nel correre fuori, e nel tagliare il centro della line per grandi yardage. Ha una marcia in più – non è solo veloce ma è estremamente veloce, – come pochi running back sono. E ‘anche abile a prendere la palla fuori dal backfield.

L’unica via di resistenza per Freeman per avere snap regolari con i Falcons è la sua pass protection. Era abbastanza bravo al college, ma la NFL è una storia diversa quando affronti i più grandi, i più forti e i più veloci pass-rushers. Se Freeman riesce a lavorare bene su questo aspetto prima del primo kickoff può diventare un giocatore breakout per Atalanta.

E’ probabile che Freeman abbia già la capacità di passare Rodgers sulla depth chart per essere il backup al running back. E ‘molto vicino a rubare anche un paio di ripetizioni il prima squadra lontano da Jackson. Se Freeman può diventare un blocker capace, potrebbe diventare partente per i Falcons al running back prima della fine della stagione.

 

Difesa

Uno dei migliori modi per rallentare un attacco è quello di attaccare a propria volta il quarterback. Quando un’unità difensiva non può evitare che ciò accada, vengono fuori stagioni come il 2013 ad Atlanta.

I Falcons non hanno avuto un giocatore che abbia raggiunto le due cifre in sack; Osi Umenyiora è stato team leader con 7.5, e sono finiti 29esimi nella NFL con solo 32 sack. Sebbene il sack non sia l’unica unità di misura di quanto una difesa applica pressione, nessuna squadra che è finita nel terzo inferiore della lista dei sack totali, nella scorsa stagione, è andata ai playoff.

Di conseguenza, una delle più grandi esigenze per l’offseason di Atlanta è stata quella di trovare un pass-rusher: le opportunità andavano e venivano, sia attraverso la FA che nel Draft, ma i Falcons non si sono mossi, di conseguenza si suppone che la squadra punti al miglioramento delle prestazioni dei giocatori già a roster.

I linebacker esterni Kroy Biermann e Jonathan Massaquoi dovranno intensificare i loro sforzi. La stagione più prolifica di Biermann fu il 2009 con cinque sack, e Massaquoi ha raccolto nel suo ultimo anno di carriera il suo massimo con quattro. Umenyiora è stato relegato ad un ruolo di pass rusher puro, e in genere ha giocato solo su down chiaramente di passaggio.

Le nuove facce a linebacker (Prince Shembo) e al defensive end (Ra’Shede Hageman) potrebbero contribuire, come potrebbe William Moore e chi vincerà la battaglia alla free safety. Ma può succedere che nessuno possa risolvere il problema al pass-rush di Atlanta, e la squadra dovrà cercare le soluzioni nella offseason dopo il 2014.

Un grande punto interrogativo per il team nel 2014 è rappresentato dalla forza e dalla affidabilità delle linee offensive e difensive. I Falcons sono finiti ultimi in del campionato sulle corse (77,9 yards a partita), con una devastante media di yard concesse su corsa in difesa (135,8 yard) la scorsa stagione. Ci sono stati, ovviamente, i problemi di linea. Atlanta ha portato nuovi assistenti allenatori, e più giocatori su entrambi i lati della palla per aiutare in machup sulle linee di scrimmage.

 

Infermeria

Gli infortuni hanno giocato un ruolo decisivo nella stagione 2013. I Falcons non hanno rimediato un magro4-12 unicamente a causa di questo, ma è facile immaginare qualche vittoria in più, la scorsa stagione, se White e Jones avessero giocato una stagione completa, e se Biermann non fosse stato perduto nella fase iniziale e se Jackson non fosse finito a zoppicare.

Atlanta non ha dovuto spendere soldi in FA, o utilizzare il Draft per stare meglio in questa stagione. Questa squadra immediatamente migliorerà i titolari feriti nella scorsa stagione ritorneranno.

White è in piena salute, mentre Jones e Biermann stanno utilizzando un programma di rientro per essere al 100 per cento dalla settimana 1 della stagione regolare. Jackson è infortunato al tendine del ginocchio all’inizio del camp, ma anche lui dovrebbe essere pronto entro Settimana 1.
Con il rientro dei giocatori infortunati, e con l’aggiunta di molti nuovi pezzi, è quasi come se Atlanta avesse tre periodi distinti della offseason: Free Agency, Draft e processo di guarigione.

Tuttavia, non è necessariamente vero che dopo la tempesta venga il sereno, potrebbe continuare la tempesta: l’infortunio a Sam Baker ne è la riprova. Le lesioni possono accadere a qualsiasi squadra, in qualsiasi momento. E mentre è una scusa ragionevole dopo il fatto, è pazzesco prevedere un’epidemia come i Falcons hanno avuto.

Dopo la prima battuta d’arresto nelle sei stagioni di regno del capo allenatore Mike Smith e del direttore generale Thomas Dimitroff, i Falcons sono pronti a tentare di riprendersi, a condizione che le lesioni non distruggano il roster come nel 2013. Il ritorno alla piena salute del wide receiver Julio Jones è necessario per contribuire a compensare il ritiro del tight end Tony Gonzalez. I Falcons sperano che il passaggio a una difesa 3-4 consenta di migliorare ciò che è stato il punto debolissimo della scorsa stagione: la ricerca del sack, ma il club non ha ancora un credibile pass rusher per vedere il futuro roseo.