NCAA Week #6: Alabama @ Ole Miss recap

L’atmosfera  è quella delle grandi occasioni ad Oxford, nello stato del Mississippi, dove sabato era in programma una delle sfide più attese del panorama del college football americano.

I Rebels di coach Hugh Freeze attendevano al Vaught-Hemingway Stadium I rivali divisionali di Alabama, guidati dal coach più quotato di tutto il panorama Ncaa, Nick Saban.

Il fermento si percepisce nell’aria già dalle ore che precedono il match e l’ambiente è  ancor più riscaldato dalla presenza, in veste di tifosissima Rebels, della star Katy Perry(protagonista divertentissima dello show di Espn Game Day, in cui ha rivelato la possibile sua partecipazione al prossimo half time show del super bowl che si terrà in Arizona il primo febbraio)

Lo stadio è di quelli caldissimi con 60.000 tifosi Rebels pronti a scatenarsi e spingere il più possibile i loro beniamini e l’attacco guidato da Bo Wallace.

Pronti via e iniziano subito le emozioni con Mark Dodson che ritorna fino alle 39 yards di Alabama il Kickoff di Adam Griffith.

I rebels però capiscono subito che non sarà affatto una passeggiata affrontare la sempre ostica difesa del Tide e nonostante l’ottima posizione di partenza, riescono a portare a casa solo 3 punti con il Fg di Gary Wunderlich.

Alabama cerca subito la riposta nel drive successivo ma anche per il Tide ogni yard guadagnata sembra sudatissima. Blake Sims e compagni vengono costretti al FG che però Adam Griffith sbaglia(46 yards).

Ole Miss, da buon padrone di casa, restituisce nel possesso successivo il favore, sbagliando un FG ancor più facile da 33 yards.

Dopo un inizio scoppiettante, le difese salgono in cattedra e per il resto del primo quarto e gran parte del secondo è un susseguirsi di punts e 3&out.

Quando ormai si aspetta l’arrivo del riposo, con un punteggio bassissimo di solo 3-0 OleMiss, Alabama cambia il suo gameplan e i risultati sembrano arrivare subito.

L’attacco guidato da Blake Sims, che fino ad allora aveva prevalentemente cercato il gioco aereo, decide di tornare a sfruttare maggiormente il suo prepotente gioco sulle corse. I risultati arrivano subito perché T.J Yeldon riesce a trovare il ritmo e a colpire ripetutamente il frontseven dei Rebels che sembra non trovare risposte, soprattutto nel proprio lato destro ove il running Back di Alabama riesce a trovare sempre ottimi guadagni. Il ritrovato gioco di corse apre un po’ il campo anche ad Amari Cooper e cosi il drive di Alabama riesce a portarsi a ridosso della goal line di Ole Miss.

Qui la difesa di Ole Miss riesce a resistere costringendo Alabama al quarto down. Saban decide di giocarlo e l’azzardo porta i risultati sperati e Blake Sims trova un bel TD su corsa su play action, entrando in endzone praticamente indisturbato.

Le cose per Ole Miss vanno di male in peggio perché 2 possessi dopo a 50 secondi dal riposo, Cyrus Jones riesce a strippare la palla al Rb dei Rebels  Itavius Mathers(c’era una evidente penalità di Face Mask contro Alabama) e  riportare il fumble in TD.

L’intervallo non sembra giovare ad Ole Miss e Alabama rientra dagli spogliatoi imbastendo un ottimo drive che dopo 14 giocate e 40 yards però li porta solo in raggio da FG sbagliato per la seconda volta da Adam Griffith.

Quando le cose cominciano a diventare preoccupanti per i Rebels, nell’azione successiva ad una sack subita, Bo Wallace(fino a quel punto della partita piuttosto appannato) risponde con un fantastico lancio di 50 yards a trovare Evan Engram che li porta per la prima volta dentro la redzone avversaria.

Due giocate dopo Bo Wallace pesca Treadwell in endzone per il TD del 10 a 14.

Alabama nel drive successivo si dimostra ancora in grado di muovere bene la catena e riesce finalmente a segnare il primo FG di giornata da 44 yards per il 17-10

Il terzo quarto e metà dell’ultimo quarto sono una sequela di punts e quando la partita sembra essere indirizzata verso un binario favorevole ad Alabama, arriva un’altra scossa a rianimare i tifosi preoccupati di Ole Miss.

Dopo un fantastico punt di Ole Miss, che da ad Alabama una pessima partenza dalla propria 1 yard, la difesa dei Rebels ferma subito Blake Sims e compagni ricostringendoli al punt e dando una posizione favore di partenza a Bo Wallace.

Qui Bo Wallace si esalta e trova in successione 2 passaggi per Engram e Sanders, che regalano ai Rebels il TD del pareggio(Battuto per la seconda volta Landon Collins, la safety star di Alabama)17-17.

Lo stadio riesplode poco dopo quando sul ritorno di kickoff, Chistion Jones il Wr di Alabama, perde la palla e regala il possesso ad Ole Miss dalle 31 Yards del Tide.

fumble

Bo Wallace ancora una volta mette in ritmo l’attacco e conclude il drive con un bel passaggio per Walton di 10 yards che vale il TD del vantaggio(anche se solo di 6 punti perché i Rebels sbagliano il calcio del punto addizionale).

Ma non è finita e il pubblico lo sa. Il rumore diventa assordante quando Blake Sims e compagni iniziano il drive del possibile vantaggio a circa 3 minuti dalla fine.

Il Qb di Alabama sembra inarrestabile e trascina la sua squadra fino alle 22 yards di Ole Miss trovando Jones, Cooper e T.J Yeldon sempre su passaggio.

Ma quando sembra che la gara possa chiudersi con un finale amaro per la squadra di casa, Blake Sims tenta l’azzardo cercando di raggiungere subito la endzone con un passaggio ma Senquez Golson con un gesto atletico notevole intercetta la palla.

Inizialmente gli arbitri danno passaggio incompleto perché credono che Golson non abbia messo il piede a terra in campo in tempo; ma quando le immagini appaiono sullo schermo, lo stadio esulta perché risulta evidente come la giocata verrà convertita in un intercetto.

Quando gli arbitri confermano il turnover è l’apoteosi, la stadio esplode e poco dopo la gente si riversa sul campo per iniziare una grande festa che si protrarrà, per le strade di Oxford, fino a tarda notte.

P.s.: se qualcuno cerca i pali del campo da football provate a cercarli in giro per la città……

16010428-mmmain