Preview dal Lato Oscuro Week #14: San Francisco 49ers VS Oakland Raiders BATTLE OF THE BAY

Dopo una settimana impiegata a riprendersi dalla sonora batosta inflitta dai Rams, i Raiders sono pronti ad affrontare una delle sfide più importanti della stagione: La Battaglia Della Baia.
La partita contro i 49ers ha un profondo significato per ogni tifoso di Oakland e, di rimbalzo, per ogni tifoso Silver&Black in giro per il mondo. La passione dietro questo scontro era ben visibile già dalla Off-Season visto che fin da Maggio i biglietti per assistervi erano già Sold Out.
Diversi sono i punti di interesse che caratterizzano l’incontro:

Jim Harbaugh
Sicuramente uno degli argomenti più discussi di queste due ultime settimane. Le voci che girano riguardo il licenziamento a fine stagione del plurivincente Coach ormai sono all’ordine del giorno. Perdita della fiducia dei giocatori e problemi con i piani alti, potrebbero probabilmente portare Harbaugh ad essere ceduto ad un’altra squadra, possibilmente con un trade, probabilmente invece gratuitamente. Una di queste squadre potrebbe essere proprio Oakland, con la quale l’HC ha un grosso legame affettivo e un passato assieme. Approfondiremo la questione Harbaugh in un prossimo articolo, ma fino ad allora immaginate questo incontro come un occasione per lui di vedere in campo da vicino i suoi futuri giocatori.

Un Running Game che, teoricamente, dovrebbe funzionare
Reggetevi a qualsiasi cosa perché questa notizia potrebbe sconvolgere il vostro naturale equilibrio: i Raiders potrebbero avere in campo un RB che prima  di venir placcato riesce a superare la linea di scrimmage.
Il collasso di St. Louis, almeno dal lato offensivo, può essere attribuito alla mancanza di supporto per Derek Carr. Dovendosi arrampicare per far tutto da solo, è impossibile che un rookie giochi rilassato e non forzi delle azioni di cui si pentirà appena la palla lascia la sua mano. Con Latavius Murray però sarà diverso, o almeno si spera. Contro i Chiefs, il riuscire a vendere le Play Action ha aiutato non poco, e mi aspetto che anche questa volta la difesa avversaria non riesca ad anticipare ogni singolo snap e reagire correttamente.
La accoppiata Carr e Murray potrebbe dare nuova vita ad un attacco che è ultimo nella lega come guadagno di yard e primo nei 3&Out. Avendo davanti una delle miglior difese, con una linea in salute e che può contare su Gabe Jackson, tenere a bada Justin Smith e, soprattutto, Aldon Smith, rappresenta l’obbiettivo numero uno della serata: dare tempo al QB per lanciare è importante visto che i ricevitori hanno sempre difficoltà a liberarsi dalle marcature, anche se il ritorno di Rod Streater rende tutto meno certo.

Contenere Kaepenick esattamente come si era fatto con Wilson
Contro i Seahawks la Difesa dei Raiders aveva retto bene, anzi, benissimo. Russell Wilson è riuscito a correre solo una volta per più di 10 yard, e questa domenica la stessa cosa dovrà esser fatta con il QB di San Francisco. Il quesito della serata sarà: Riusciranno a bissare quella prestazione? Teoricamente sì, probabilmente no. Nonostante infatti l’assenza di Anthony Davis nella linea offensiva, sarà dura senza Sio Moore. Ufficialmente indicato come Questionable, il LB era stato una delle ragioni per cui Wilson aveva sempre al strada chiusa. Senza di lui o Chaney o peggio ancora Armstron dovranno farne le veci, e lì potrebbero arrivare i grossi problemi. Il secondario sarà impegnato con un pool di ricevitori che non stanno rendendo come dovrebbero, ma che comunque non dovranno faticare troppo per aver la meglio su D.J. Hayden e T.J. Carrie che escono dalla loro peggior prestazione stagionale.

Prima di porci questo tipo di interrogativi è comunque necessario che la squadra giochi a football, e non vada a passeggiare in campo come settimana scorsa: c’è una partita da vincere, c’è un avversario odiato da battere e una tifoseria al quale rendere onore, e i Raiders devono a tutti i costi redimersi.
#BeatTheWhiners #BattleOfTheBay

	49ERS2014	BannerTuttoFootball BannerSpazioNFL 	RAIDERS2014