Free Agency 2015: Indianapolis Colts

I bisogni di questa franchigia sono tanti e l’umiliazione che ha messo fine al nostro campionato ha lasciato tutti abbastanza insoddisfatti. In questo articolo prenderemo in esame alcuni dei Free Agent del team e ne discuteremo la situazione.

 

LaRon Landry (6,000,000 dollari)

Il secondo anno di Landry qui ad Indianapolis ha prodotto risultati piuttosto magri (46 placcaggi in undici match, zero intercetti, zero fumble e zero pass deflected) ed il contratto che non gli è stato rinnovato testimonia l’insoddisfazione della franchigia per le sue ultime prestazioni. Questa decisione, maturata nei primi giorni di Off Season, deve essere necessariamente seguita da un serio lavoro di ricerca di un sostituto di livello, pagato debitamente.

 

Reggie Wayne (5,833,333 dollari)

Questo Wide Receiver leggendario, ormai alla fine di una gloriosa carriera con la maglia biancoblu, si trova a scegliere se giocare un ultimo anno o se timbrare il cartellino e chiudere la sua longeva avventura tra le stelle della NFL. Dopo un inizio di stagione niente male, per via di alcuni infortuni e diciamocelo, anche per l’età che ormai inizia a farsi sentire, l’atleta ha visto poco e niente il campo, chiudendo la Regular Season con 64 ricezioni per 779 YDS e due TD; poca roba per un ricevitore da Hall of Fame. C’è da dire che avere un veterano di questo genere in squadra per un ultimo anno (con un ruolo proporzionato alle sue possibilità fisiche) può dare una marcia in più ad un team in via di sviluppo, che punta già al Super Bowl. Ammetto di essere uno di quelli che non ne avrà mai abbastanza di vedere questo #87 ricevere per i Colts!

 

Hakeem Nicks (4,000,000 dollari)

Alla sua prima stagione in questa franchigia, l’ex Giant ha mostrato di avere delle grandi qualità, specialmente nella parte finale dell’anno. Sicuramente non il “Best Receiver in the NFL”, come si definì lui stesso, ma comunque una utile risorsa per il reparto offensivo. In caso di ritiro di Wayne, più spazio avranno sicuramente lui, Donte Moncrief ed il nuovo arrivato dalla CFL Duron Carter.

 

Mike Adams (1,020,000 dollari)

Buona annata per la Safety Adams. Il giocatore chiude con 5 INT ed una convocazione al Pro Bowl, che gli garantirà, quasi sicuramente, un sostanzioso rinnovo di contratto. Sicuramente uno dei giocatori da tenere.

 

Ahmad Bradshaw (855,000 dollari)

La questione RB sta diventando, per questi Colts, un incubo. L’ex Giant Ahmad Bradshaw ed il compagno T-Rich, sembravano, ad inizio stagione, stare iniziando a giocare del football di buon livello, ma gli infortuni, anche in questo reparto, non hanno aiutato. Bradshaw, lontano dal campo per quasi tutta la stagione 2013/14, ha corso per 425 YDS, segnando 2 TD; si è poi infortunato gravemente nel match perso in casa contro i New England Patriots (Week 11), stagione finita per lui. Visti i recenti fatti che preannunciano una rottura anticipata con Trent Richardson, c’è chi dice che Ryan Grigson (GM dei Colts) si stia muovendo in direzione del RB Frank Gore, ma si tratta di voci, niente di troppo sicuro. In ogni caso, se dovesse arrivare un nuovo Free Agent, chi tra Herron e Bradshaw sarà messo da parte?

 

Daniel “Boom” Herron (525,000 dollari)

Il giovane corridore, alle prime armi nella NFL, ha avuto la possibilità di passare tra i titolari e, fumble apparte, ha mostrato di avere qualità interessanti. “Boom” ha corso per 351 YDS ed 1 TD; Herron non è effettivamente pronto per essere il primo RB della offense biancoblu, ma il suo contratto andrebbe rinnovato, questo ragazzo va premiato per essersi dimostrato in grado di giocare come ha fatto, a parer mio.

 

Trent Richardson (5,122,444 dollari)

Ecco a voi un esempio di quei “Big Money Player” o “Superstar” che non hanno avuto, fino ad ora, un impatto degno della loro fama nella NFL. Con i Colts, Richardson ha giocato due campionati deludenti, per non dire disastrosi. Tra fumble di troppo e corse insignificanti, questo runner, proveniente da Alabama, ha visto gradualmente svanire il suo ruolo di starter, fino alla rottura, causata dalla sua mancata partenza per il “Championship Game” giocatosi a Foxboro contro i Patriots di Brady (New England, vincitrice poi del Super Bowl, sconfisse Indianapolis 45-7). Se Trent dovesse essere tagliato già da quest’anno, potrebbe non percepire più nulla dalla franchigia e questi soldi “risparmiati” potrebbero essere investiti meglio.