Miami Dolphins 2015 Free Agency – #5 Recap – TRADE

I Miami Dolphins hanno ceduto il 7° Round Pick ed il WR Mike Wallace ai Minnesota Vikings in cambio del loro 5° Round Pick al 2015 NFL Draft.

Mike Wallace, 28 anni, 6’0” per 200 lb, selezionato al 3° Round del 2009 NFL Draft, è considerato uno dei ricevitori più veloci della NFL, con un tempo sui 40 Yard Dash all’NFL Combine di 4.33”, e, considerando il suo stipendio, il 4° WR più pagato della Lega.

Questa manovra è la risultante di ragioni economiche e strategiche: la West Coast Offense dei Miami Dolphins ha sfruttato nella maniera meno corretta le caratteristiche di Mike Wallace, che di conseguenza non ha prodotto a sufficienza sul campo per giustificare gli elevati costi, decisi, tra l’altro, dalla precedente dirigenza.

L’OPINIONE – Sebbene si possano capire le ragioni di fondo, la scelta è difficile da digerire. Nonostante le premesse infatti, Mike Wallace ha comunque rappresentato una delle colonne portanti dell’attacco dei Miami Dolphins, producendo 67 REC, 862 YDS e 10 TD nella Stagione 2014, e la sua presenza in campo ha imposto a qualsiasi Difesa avversaria l’aumento degli spazi compresi fra le 10 e le 15 yards dalla linea di scrimmage, per poter essere in grado di contenere la minaccia della sua velocità, permettendo a Ryan Tannehill e Jarvis Landry di agire quasi indisturbati.

Sarebbe stato entusiasmante vedere schierati contemporaneamente in Attacco Mike Wallace, Kenny Stills e Jarvis Landry, e, in estrema sintesi, ci domandiamo se il Cap Space liberato, che ammonta a circa $6 MM, e la scelta al 5° Round Pick valgano la perdita di un validissimo WR e del 7° Round Pick. La nostra speranza è che Kenny Stills sia in grado di sopperire almeno in parte a questa perdita, cosa affatto scontata, considerata la produzione del giovane WR sicuramente influenzata dalla presenza di Drew Brees, Jimmy Graham e Brandin Cooks.

Tutto ciò, inoltre, condizionerà il 2015 NFL Draft: ciò che prima sarebbe stata una scelta meno vincolata al 14° Overall, dovrà adesso considerare l’assenza di un vero e proprio N°1 WR, obbligando lo Staff a prendere in considerazione l’opzione DeVante Parker, WR di Louisville, se ancora disponibile.

Il nostro giudizio finale non può che essere negativo.

 

Mattia Cabianca e Luca Contu