NFL Draft 2015: Dante Fowler, il giaguaro rookie

“Fowler is the most gifted edge rusher in this draft class. He’s not just a 228-pound edge guy, he’s 261 pounds. He has a freaky first step and he also sets the physical edge against the run game.” — Mike Mayock

Fowler, una delle scommesse di una squadra che ha lavorato tanto in questa offseason, nella speranza di migliorare una stagione 2014 non eccezionale ma quantomeno infarcita di speranze, con l’infinito numero di rookie schierati durante l’anno, ivi compreso Blake Bortles, spedito in campo da starter, con tutti i problemi del caso.

Fowler è un giocatore che deve lavorare meglio sull’uso delle braccia, perchè ha un bell’angolo di impatto con l’avversario, ma il surplus di vantaggio che gli può dare un buon uso delle braccia viene a mancare. Per lo stesso motivo non è propriamente un tackler letale. Per il resto lo vedo ben al lavoro sia in prima linea che sulla linea dei LB, è un giocatore carismatico che potrebbe far felice squadre che hanno bisogno di affidabilità senza necessariamente avere un giocatore “specialista”.

Proprio questo suo carisma potrebbe essere una eccezionale arma per una squadra che ha avuto fiammate di orgoglio ma troppo spesso si è lasciata andare, specchiandosi nella propria delusione. Personalmente non ritengo Fowler un prospetto attualmente eccezionale, ma ha un upset enorme e le sfide che sarà chiamato ad affrontare potrebbero farlo presto emergere come uno dei più versatili edge della classe.

Pick che non si può quindi definire “sul sicuro” di Jacksonville, perchè la necessità di un giocatore del genere in campo è immediata ed impellente, non è detto che si riesca subito ad inserirlo fruttuosamente nel meccanismo. Per Jacksonville rimangono scoperti i nervi che si conoscono come la linea, spogliata nella sua classe 2015 di molti interessanti prospetti già al primo giro, il runningback ed il cornerback (anch’esso già saccheggiato con cinque prospetti al primo giro).