NFL Draft 2015: Buffalo Bills recap

Dopo la fuga di Doug Marrone, la famiglia Pegula riesce a convincere l’eccentrico Rex Ryan a diventare Head Coach. Molto movimenti hanno caratterizzato l’off-season dei Bills, dove innesti mirati e ingegnosi hanno fatto sbattere la franchigia addirittura nella copertina di Sport Illustrated. I vari RB LeSean McCoy, G Richie Incognito, TE Charles Clay, WR Percy Harvin, FB Jerome Felton, QB Matt Cassel, hanno potenziato il team e veramente quest’anno si potrebbe uscire dal tunnel delle annate nere senza play-off.

Nel Draft appena passato, solo sei erano le scelte, senza un primo giro, dopo la trade up dello scorso anno per Sammy Watkins. Sistemare tanti reparti non era semplice, per i più scettici i dubbi rimangono, ma solo il tempo potrà far vedere se Rex Ryan e lo staff hanno trovato l’alchimia giusta per portare la franchigia in alto.

Di seguito una breve analisi dei sei prospetti selezionati:

2-50: Ronald Darby, CB, Florida State
Scelta che ha lasciato tutti sorpresi. Darby compirà 21 anni il prossimo gennaio, abile nel giocare press coverage. Grande atleta come dimostrano le medaglie vinte nei Mondiali di Atletica Giovanili del 2011. Attualmente chiuso dai titolari Gilmore, Graham, Robey; mossa strategica per il futuro.

3-81: John Miller, OG, Louisville
Ragazzone di quasi 140kg con esperienza da guardia sia a destra che sinistra. Possente, forte e competitivo con 46 gare al college potrebbe già essere un’arma letale per l’attacco diretto da Greg Roman.

5-155: Karlos Williams, RB, Florida State
Nato come defensive back, Williams nelle sue ultime due stagioni con FSU è stato trasformato un RB confermando le qualità di corse, ricezione e protezione palla. Per sfruttare la sua natura difensiva potrebbe essere utilizzato anche negli special team anche se nella stagione 2015 potrebbe essere chiuso da un reparto già folto e talentuoso.

6-188: Tony Steward, LB, Clemson
Carriera universitaria travagliata con due infortuni. L’alteticismo non si discute con giocate pregevoli negli special teams. Buona riserva nel reparto degli LB.

6-194: Nick O’Leary, TE, Florida State
Con la partenza di S.Chandler, O’Leary avrà immediatamente spazio e snaps. All-Time leader come TE con FSU, paragonato a TE Brent Celek degli Eagles. Ottimo bloccatore con la sua statura (6’3’’ per 247). Abbastanza mobile e abile nel separare l’avversario. Può giocare anche FB o H-back

7-234: Dezmin Lewis, WR, Central Arkansas
197 ricezioni, 2668 yards ricevute condite da 24 mete nei suoi 4 anni di carriera alla UCA. Ora è il ricevitore più alto a roster con i suoi 6’4’’. Ragazzo talentuoso, ma dato il numeroso reparto dei ricevitori (Watkins, Woods, Harvin) potrebbe finire in practice squad.

 

 

Daniele Marinelli