Le interviste di IPFN: Brian Carriveau, 247Sports

Nelle ultime settimane IPFN, il podcast italiano dedicato ai Green Bay Packers, ha intervistato tre giornalisti americani che seguono molto da vicino la squadra: Brian Carriveau di 247sports e Railbird Central; Bill Johnson di ESPN Milwaukee e Green & Gold Today; Wes Hodkiewicz della Green Bay Press-Gazette e di PackersNews.com.

Essendo le interviste in inglese, abbiamo pensato di proporre anche una versione scritta, in italiano, delle loro risposte.

Iniziamo con l’intervista a Brian Carriveau di 247Sports.

Ciao Brian, grazie per aver accettato il nostro invito. Ti abbiamo invitato per parlare dei Packers, ovviamente, e vorremmo iniziare con un triste ricordo: hai superato la delusione di Seattle?

Wow, è dura. E’ stato uno dei finali più drammatici della storia della NFL, non solo della storia dei Packers. Non credo dimenticherò mai quella partita ed il modo in cui è stata persa, anche se ovviamente per noi è più facile voltare pagina rispetto ai giocatori che erano in campo.

C’è stato un grosso dibattito qui da noi dopo Seattle, sui motivi della sconfitta. Per alcuni la colpa è stata esclusivamente di Mike McCarthy, per altri anche dei giocatori in campo. Di certo dopo l’ultimo intercetto di Burnett pensavamo di avercela oramai fatta.

La colpa non è solo di una persona, ovviamente. Un sacco di cose sono andate storte, sono stati fatti un sacco di errori e si sono perse un sacco di occasioni per chiudere l’incontro. Forse l’unico giocatore dei Packers senza alcuna colpa è Mason Crosby, che è stato perfetto durante tutta la partita.

Voltando pagina, da quella partita sono avvenute un sacco di cose. E’ scoppiato lo scandalo-Deflategate, poi i Patriots hanno vinto il Super Bowl, quindi la Free Agency ed infine il Draft. Che cosa pensi della offseason dei Packers?

Penso sia molto incoraggiante ciò che è stato fatto finora. Ovviamente come sappiamo Ted Thompson non partecipa attivamente alla Free Agency, e partendo da un roster competitivo e di qualità come quello dei Packers, la cosa è abbastanza sensata. Non c’era bisogno di stravolgere il roster in free-agency, del resto. L’attacco tornerà praticamente immutato rispetto allo scorso anno, e questo è estremamente positivo. Ciò che si doveva sistemare erano gli Special Teams ed il centro della difesa, principalmente. Dopo Seattle è stato licenziato l’allenatore degli Special Teams Shawn Slocum, e sono stati rilasciati A.J. Hawk e Brad Jones, mentre al draft è stato colmato il vuoto lasciato dalle partenze in Free Agency di Tramon Williams e Davon House con Demarious Randall e Quinten Rollins. Il lavoro del front office in questa offseason si è giustamente concentrato sul sistemare difesa e special teams, lasciando intatto l’attacco.

Parlando di Randall, la notte del Draft tu eri a Chicago. Sei rimasto sorpreso anche tu, come noi, nel sentire il suo nome come prima scelta dei Packers? La nostra prima reazione è stata: “Chi????”.

Sì sono rimasto sorpreso anche io, sicuramente, anche perchè prima del Draft Randall era visto principalmente come una safety, ed i Packers erano ben coperti nel ruolo con Ha-Ha Clinton Dix e Morgan Burnett. I Packers però non lo vedevano come una safety bensì come un cornerback. Thompson credo abbia semplicemente visto che è un buon giocatore di football. Lo proverà per prima cosa a cornerback, poi nel caso le cose non dovessero andare come sperato potrà anche essere spostato.

Con la seconda scelta, un altro DB, Quinten Rollins. Che cosa pensi di lui?

Penso molto bene di lui. E’ un ex giocatore di basket, ha giocato soltanto un anno a football prima di essere scelto dai Packers, è molto atletico e versatile. In un solo anno di college football, ha registrato sette intercetti. Con un po’ di tempo ed il giusto coaching, può diventare un ottimo giocatore per i Packers. Ciò che ha mostrato in un solo anno di football è sicuramente molto incoraggiante.

Ora l’offseason roster è praticamente al completo, e tra OTAs, minicamp e successivamente il training camp, inizieranno anche le lotte tra i giocatori per strappare un posto nei 53, o per conquistare un posto da titolare in attacco o in difesa. Quali di queste position-battles non vedi l’ora di vedere?

Abbiamo già parlato dei DB, e con Rollins, Randall, Goodson, Hayward, Hyde, sarà molto interessante vedere chi emergerà tra di loro (per il ruolo di CB titolare lasciato libero da Tramon Williams, ndr). Poi c’è la battaglia nel ruolo di ILB. Al draft Thompson ha selezionato Jake Ryan, e vedremo se riuscirà già da rookie a conquistarsi un posto da titolare. Poi ovviamente c’è l’incognita-Matthews, dato che non sappiamo ancora se e quanto giocherà ancora all’interno, ed ovviamente tornerà il titolare dell’ultimo finale di stagione, Sam Barrington.

Sostanzialmente sembra la cosa più probabile almeno per quest’anno sia Matthews-Barrington titolari nella 3-4 Base, più diversi giocatori senza alcuna esperienza, da Ryan a Bradford, nei ruoli di backup. Che ne pensi?

La coppia Barrington-Matthews è solida, ed è la coppia con la quale la difesa di Capers ha affrontato il finale di stagione. Probabilmente inizieranno così, e poi vedremo se Jake Ryan riuscirà ad impressionare e ritagliarsi un ruolo. Vedremo.

A proposito di questo, lo spostamento all’interno di Matthews lo scorso anno ha decisamente migliorato la difesa dei Packers, ma anche gli stessi numeri di Clay Matthews, che dopo una prima parte di stagione non esaltante, da dopo il bye, svariando tra interno ed esterno ha migliorato decisamente i propri numeri, oltre che in generale la difesa. Può essere che Matthews all’interno non sia un “Piano B” quanto piuttosto il Piano A?

Sì, credo che i Packers in questo momento stiano attendendo per vedere se Jake Ryan dimostrerà di essere ciò che sperano. Se lo sviluppo di Ryan procederà rapidamente, magari lui diventerà lo starter nel mezzo assieme a Barrington consentendo a Matthews di tornare in pianta stabile all’esterno. Prenderanno questo periodo per capire se Ryan è pronto o meno, e se decideranno che non è ancora pronto, continueranno ad utilizzare Matthews come nella seconda parte del 2014.

Fossi stato Ted Thompson, chi avresti selezionato con la 30esima scelta assoluta al Draft di Chicago?

Ricordo che allora pensavo Ted selezionasse Malcolm Brown, il defensive lineman dall’Università del Texas, un ottimo giocatore e probabilmente il terzo miglior d-lineman di tutto il draft. Io probabilmente avrei scelto lui, specie considerando che Raji e Guion hanno firmato per un solo anno e non si sa se saranno ancora a Green Bay dopo quest’anno. Ovviamente Ted ha scelto diversamente.

Noi di IPFN siamo stati molto felici della scelta di Aaron Ripkowski, il FB da Oklahoma, al sesto giro. Ne abbiamo parlato prima del draft, quando si è saputo che aveva effettuato una visita pre-draft a Green Bay, e pensavamo potesse essere l’erede di John Kuhn, quindi non appena è stato selezionato dai Packers abbiamo fatto i salti di gioia!

Sì penso sia una scelta molto sensata questa. Con Kuhn oramai oltre i trent’anni e quindi molto vicino alla fine della propria carriera, cercare un possibile sostituto ha senso.

Pensi che i Packers terranno due fullbacks nel roster quest’anno quindi?

Sì può benissimo essere così. Nel 2010, l’anno del Super Bowl, c’erano addirittura tre fullbacks nel 53-man roster, quindi i Packers non si sono mai lasciati spaventare da questo, nonostante quella di fullback sia una posizione oramai diventata poco importante nella NFL moderna.

Per quanto riguarda la posizione di running-back, i primi due spot sono ovviamente occupati da Eddie Lacy e James Starks, e sono stati firmati un paio di undrafted rookies nel ruolo. Credi che uno di loro abbia una chance di diventare il terzo RB del roster, o i Packers ne terranno soltanto due?

Credo che un ragazzo come John Crockett abbia ottime chance di entrare nel roster come terzo RB. Per farlo, dovrà battere la concorrenza di Rajion Neal, di ritorno dopo lo scorso anno. Starks è nell’ultimo anno di contratto con i Packers, quindi magari già l’anno prossimo potremmo parlare di John Crockett come secondo RB dietro Lacy.

A proposito di Lacy, a fine 2016 scadrà il suo contratto da rookie e probabilmente per rifirmarlo saranno necessari un sacco di soldi. Ovviamente manca ancora molto tempo, ma considerando il modo in cui viene oramai trattata la posizione di RB nella NFL, pensi che i Packers sceglieranno di rifirmarlo o lo lasceranno andare via in free agency per sostituirlo poi con un giocatore più giovane, meno “usurato” e meno costoso?

Ottima domanda. Sicuramente da come ha giocato nei suoi primi due anni, farà molti soldi nella sua carriera. Finora è stato ottimo per i Packers, e se riuscirà a rimanere sano ed evitare gli infortuni, credo che i Packers proveranno sicuramente a rifirmarlo.

Un’altra position battle interessante è quella tra Andrew Quarless e Richard Rodgers per il ruolo di TE titolare. Chi credi sarà il TE titolare a Chicago in Week 1?

Sì, anche questo è interessante. Richard Rodgers è stato il titolare in tutte le quattro partite di pre-season nel 2014 e si pensava fosse diventato il TE titolare, poi però nella stagione regolare il titolare è stato Quarless. Rodgers è migliorato molto nel corso della stagione scorsa, e sul finire di stagione ha ricevuto più passaggi di Quarless quindi probabilmente sarà lui il titolare quest’anno.

Tra l’altro Richard piace molto al suo omonimo Aaron, che ha detto di lui che ha “le migliori mani della squadra”! Un altro giocatore che è piaciuto sin da subito ad Aaron Rodgers, lo scorso anno, è stato Jared Abbrederis, soprannominato proprio da Aaron addirittura “Magic”. Purtroppo durante lo scorso training camp Abbrederis si è infortunato ed è stato costretto a saltare l’intera stagione. Quest’anno, tornerà per giocarsi un posto nel roster come quarto, quinto o addirittura sesto WR. Quanti ricevitori entreranno nei 53 secondo te?

E’ difficile. Non è scontato che Abbrederis riesca ad entrare in squadra quest’anno, dovrà guadagnarselo dimostrando innanzitutto di aver pienamente superato l’infortunio dello scorso anno. Il compito peraltro sarà reso ancora più difficile dalla scelta di Ty Montgomery al terzo giro. I primi tre WR sono ovviamente Jordy Nelson, Randall Cobb e Davante Adams. Dietro di loro si giocheranno i posti rimanenti Abbrederis, Montgomery e Jeff Janis.

Poi ci sono anche gli undrafted rookies. Per esempio un prospetto interessante nel ruolo di WR sembra essere Adrian Coxson da Stony Brooke. La sua storia personale peraltro è molto toccante. Questo periodo dell’anno è sempre particolare perchè il roster è molto ampio e si cominciano a conoscere i giocatori e le loro storie, ma poi purtroppo molti di loro verranno tagliati col roster che da 90 giocatori passerà a 53 prima dell’inizio della stagione.

Sì, giusto. I Packers però, se non altro, tengono sempre uno o due WR nella practice squad. In generale inserire i giocatori nella practice squad è un modo per tenere questi giocatori all’interno dell’organizzazione e farli crescere sperando che possano dare un contributo successivamente. Ovviamente per alcuni ragazzi è difficile non fare il tifo.

Cambiando decisamente argomento, che opinione ti sei fatto del Deflategate?

Eheh, ho provato ad ignorarlo il più possibile, in realtà. Qui ovviamente per via della squadra coinvolta, nonchè del giocatore coinvolto, se ne parla di continuo. Ultimamente pare che sia successo qualcosa coi palloni dei Patriots anche nella sfida della scorsa stagione al Lambeau Field, anche se finora è solamente un rumor. E’ una notizia che sta ancora dominando le notizie. Entrando nello specifico, credo che le sanzioni siano abbastanza pesanti, specie per quanto si tratta della sospensione di quattro partite per Tom Brady.

L’episodio completo: