Snap Lost: Jacksonville Jaguars

Per gli Snap Lost, oggi ci trasferiamo nella AFC South, parlando dei Jacksonville Jaguars che hanno sofferto perdite molto ridotte in attacco, mentre dopo l’infortunio della loro prima scelta Fowler, avranno ben altri problemi sul lato opposto della palla. Nel complesso FTE Perso: 4.56 (11mi in graduatoria tra le squadre NFL).

Avvertenza: i dati presenti in questi pezzi, provengono da articoli chiamati “Snaps Lost” e realizzati da Pro Football Focus, e sono uno sguardo dettagliato al tempo di gioco che se ne è “andato” da una squadra assieme ai giocatori tradati, tagliati, partiti in free agency o che hanno chiuso la carriera. Poiché ogni unità (attacco/difesa) di ogni squadra gioca un diverso numero di snap nel corso della stagione, abbiamo creato il metro del “Full Time Equivalent”: il numero totale di snap mancati diviso per il numero di giocate della squadra su quel lato della palla in stagione regolare (non sono annoverati i playoff). Più è basso il FTE, più giocatori che sono effettivamente scesi in campo per la franchigia, sono rimasti al loro posto. Il dato ovviamente non da nessun tipo di valutazione qualitativa in termini di perdita, ma semplicemente quantitativa. Sospensioni e infortuni che ricadono sulla stagione 2015 non vengono in alcun modo annoverati nell’analisi.

 

Attacco (FTE Perso: 1.76, 7mi)

Le perdite maggiori:
Cecil Shorts III (WR, FA agli Houston Texans, 753 snap)
Jordan Todman (RB/KR, FA ai Carolina Panthers, 316 snap)
Will Ta’ufo’ou (FB, attualmente FA, 230 snap)
Jacques McClendon (G, FA ai Miami Dolphins, 211 snap)

Shorts rappresenta oltre il 40% del totale degli snap offensivi persi da Jacksonville, e questo nonostante sia mancato tre partite. Il suo trasferimento a Houston non lo spingerà certo verso lidi con molto spazio per giocare, più facile che gli abbiano fatto comodo gli zeri del contratto, evitando così l’onta di essere magari tagliato a fine anno da Jax, roba da appendere le scarpe al chiodo (per ora). Altri giocatori in partenza, con un numero di snap sensibili, sono seconde opzioni come Todman e McClendon e Ta’ufo’ou al fullback.

Come fare: Premesso che stiamo parlando di Shorts, soprannominato burlescamente da WalterFootball “The King of Garbage Time” per la innata capacità di macinare yard in ricezione solo quando la partita è già morta e sepolta, molto probabilmente il suo tempo verrà diviso tra gli stessi ragazzi che hanno giocato la scorsa stagione, come Allen Robinson e Marquise Lee che sono rimasti attorno ai 500 snap a testa. I Jags hanno poi selezionato T.J. Yeldon di Alabama al secondo giro di un Draft talentuosoper quanto riguarda i runningback, e questo annulla il problema Todman che l’anno scorso ha collezionato 186 yard di cui un terzo (62) in una sola corsa nella gara “a chi perde” contro Tennessee. Per quanto riguara la questionedel kick returner, la franchigia sembra intenzionata a proporre Denard Robinson nel ruolo. McClendon probabilmente non avrebbe visto il campo, anche se fosse stato rifirmato, e Ta’ufo’ou, pur mostrandosi di livello nel run blocking, non rientra nei piani della franchigia che potrebbe presentarsi ai nastri di partenza senza un vero fullback ed utilizzare Toby Gerhart alla bisogna, schierandosi più volte con i sistemi 11 (1HB/1TE) e 12 (1HB/2TE) dato che il parco TE sembra essere alquanto interessante.

 

Difesa (FTE Perso: 2.80, 16mi)

Le perdite maggiori:
J.T. Thomas (LB, Fa ai New York Giants, 729 snap)
Geno Hayes (LB, attualmente FA, 587 snap)
Red Bryant (DE/DT, attualmente FA, 536 snap)
Alan Ball (CB, FA ai Chicago Bears, 508 snap)

Per quanto riguarda la difesa, le cose sono mess un po’ peggio. Thomas ha disputato una stagione piuttosto scarsa (-14.8 secondo Pro Football Focus), eppure è stato ricompensato con un solido contratto ed un bel garantito dai Giants. Al contrario, Hayes ha fatto bene in un numero limitato di snap, tuttavia è ancora senza un contratto. Tagliato dopo un solo anno su un contratto di quattro anni, Bryant resta anch’esso un free agent, nonostante un buonissimo anno in difesa contro le corse (12,8), anche se si è dimostrato molto meno abile come pass rusher. Alan Ball, cornerback ormai trentenne, ha giocato abbastanza bene, ma Jacksonville ha deciso di inaugurare (o meglio, proseguire) una linea verde, e così Ball è partito per la Windy City, in una secondaria l’anno scorso apparsa a dir poco orrida.

Come fare: Thomas e Hayes, due linebacker, combinati fanno 1,25 FTE Lost, quindi, anche se la firma del free agent Dan Skuta si risolvesse in un giocatore che sta in campo tutto l’anno per tutti gli snap, Jax ha ancora bisogno di qualcosa nel ruolo. Fortunatamente sia Telvin Smith che Paul Posluszny possono vedere aumentare il loro carico di lavoro, ad esempio quest’ultimo è mancato nove partite a causa di un infortunio, che però non è detto che non si ripresenti… Jared Odrick recentemente firmato può sostituire gli snap di Bryant anche se non parliamo di un giocatore in grado di fare esattamente lo stesso ruolo e la posizione di Bryant, anche se ha giocato end con i Dolphins. L’infortunio di Dante Fowler Jr. nel primo giorno di camp ha quindi creato un enorme buco nella zona, che dovrà essere in qualche modo riempito, causando un nuovo ritardo nell’implementazione di una pssrush efficace a Jacksonville. Un aumento del carico di lavoro per Ryan Davis, al terzo anno di NFL, dovrebbe essere la strada da percorrere in questo senso, già l’anno scorso con un tempo di gioco più limitato, era stato il più proficuo passrusher della squadra. L’ex Packers Davon House ha firmato un bel contratto con i Jaguars e dovrebbe coprire facilmente i 508 snap lasciati liberi da Ball, l’anno scorso a GB ha giocato 13 gare di cui 4 starter, ha però terminato anzitempo la stagione per un infortunio alla spalla, zona dove era già stato infortunato nel 2012.