Snap Lost: San Francisco 49ers

Oggi per la serie “Snap Lost” andiamo nella NFC West, dove i San Francisco 49ers hanno avuto una delle off-season più travagliate dell’intera lega, costellata da un cambio di allenatore e da molti ritiri, alcuni dei quali francamente inaspettati. Il totale degli FTE persi è di 8.09, trentunesimi nella lega.

Avvertenza: i dati presenti in questi pezzi, provengono da articoli chiamati “Snaps Lost” e realizzati da Pro Football Focus, e sono uno sguardo dettagliato al tempo di gioco che se ne è “andato” da una squadra assieme ai giocatori tradati, tagliati, partiti in free agency o che hanno chiuso la carriera. Poiché ogni unità (attacco/difesa) di ogni squadra gioca un diverso numero di snap nel corso della stagione, abbiamo creato il metro del “Full Time Equivalent”: il numero totale di snap mancati diviso per il numero di giocate della squadra su quel lato della palla in stagione regolare (non sono annoverati i playoff). Più è basso il FTE, più giocatori che sono effettivamente scesi in campo per la franchigia, sono rimasti al loro posto. Il dato ovviamente non da nessun tipo di valutazione qualitativa in termini di perdita, ma semplicemente quantitativa. Sospensioni e infortuni che ricadono sulla stagione 2015 non vengono in alcun modo annoverati nell’analisi.

 

Attacco (FTE Perso: 3,85, 27mi)

Maggiori perdite:
Mike Iupati (970)

Michael Crabtree (740)
Frank Gore( 665)
Jonathan Martin (661)
Anthony Davis (440)
Brandon Lloyd (347)
Stevie Johnson (305)

E’ sorprendente il fatto che i niners non siano ultimi, in attacco, nella graduatoria “snap lost” considerando tutte le perdite che hanno dovuto subire. Iupati si è accasato agli Arizona Cardinals, attratto dal ricco contratto offertogli. L’inaspettato ritiro di Davis ha lasciato vacante un altro posto da titolare nella linea.

La lunga e produttiva carriera di Frank Gore come niner è terminata quest’estate, per unirsi ad una delle pretendenti dell’AFC, gli Indianapolis Colts.

Tra il corpo ricevitori, l’unico rimasto con più di 1000 snap all’attivo è Anquan Boldin. Michael Crabtree si è spostato dall’altra parte della baia,agli Okland Raiders, cercando di smorzare il declino della sua carriera dopo il magnifico 2012, mentre le partenze di Llyod e Johnson sembrano apparire come perdite trascurabili.

I sostituiti: Nella O-line Erik Pears, veterano in arrivo da Buffalo, è in grado di giocare sia guardia che tackle. Altri possibili aiuti arriveranno da Brandon Thomas e Joe Looney.

Reggie Bush dovrebbe coprire, insieme a Caros Hyde, gli snap lasciati scoperti da Frank Gore. L’ex Raven Torrey Smith è un papabile titolare ad ogni snap, ma, con oltre 1400 partenze da coprire, i 49ers hanno bisogno di qualcuno che emerga come terzo violino. Bruce Ellington e Quinton Patton dovrebbero incrementare il numero degli snap, insieme ad un emergente Jerome Simpson.

 

 

Difesa (FTE perso: 4,24, 32mi)

Maggiori perdite:
Perish Cox (965)
Chris Culliver (839)
Justin Smith (715)
Ray McDonald (487)
Chris Borland (487)
Dan Skuta ( 398)
Patrick Willis (352)

Di certo non va meglio in difesa, la quale ha dovuto subire il maggior numero di snap persi in tutta la lega in questa offseason. Smith si è ritirato dopo 14 stagioni, a 35 anni, nonostante venga da una buona annata, mentre per Ray McDonald la decisione di mancato rinnovo viene direttamente dal club. Il ritiro de capitano della difesa Patrick Willis ha scioccato tutti, visto e considerato i livelli di rendimento comunque mantenuti. Chris Borland ha deciso di appendere il casco al chiodo dopo una sola stagione, a causa dei traumi cranici subiti. Cox ha portato il suo talento nella città della musica in Tennessee, mentre Culliver ha firmato un quadriennale con i Washington Redskins. Un altro elelemento dei linbacker corps, Dan Skuta, ha firmato un quadriennale con i Jags.

I sostituti: Dopo aver giocato a sprazzi nella sua stagione da rookie , Jimmie Ward cercherà di aumentare il numero degli snap giocati, occupandosi della  slot. C’è una seconda posizione di corner back da coprire, dove Tramaine Brock cercherà di incrementare gli 84 snap giocati nella sua stagione, infortunata, da rookie. Nonostante non arrivi da annate positive, Shareece Write, arrivato da San Diego, si candida ad un posto alla nickel position. Alla prima scelta del draft, Arik Armstead, verrà chiesto contributo immediato come defensive end, ma dovrà avere il sostegno di Quinton Dial e Tank Corradine, che insieme lo scorso anno hanno giocato solo 500 snap. Il leader della difesa sarà Navorro Bowman, che sembra recuperato dal brutale infortunio subito nei play-off contro Seattle, il quale dovrà sostituire gli snap lasciati vacanti da Willis e Borland.  Sempre a livello di linebacker, Aldon Smith sostituirà invece Dan Skuta, la cui perdita sembra meno influente delle altre.

 

– Francesco Grigolo –