Snap Lost: St. Louis Rams

Oggi per gli Snap Lost Parliamo dei St. Louis Rams, una squadra che ha avuto una offseason dai due volti, con una difesa sostanzialmente confermata ma anzi arricchita da Nick Fairley, ed un attacco che ha perso tanto ma che ha approfittato pesanetmenete del Draft selezionando ben quattro prospetti per la linea offensiva nei primi cinque giri. Nel complesso FTE Perso: 4.73 (12mi in lega), li pongono comunque nella metà superiore della classifica.

Avvertenza: i dati presenti in questi pezzi, provengono da articoli chiamati “Snaps Lost” e realizzati da Pro Football Focus, e sono uno sguardo dettagliato al tempo di gioco che se ne è “andato” da una squadra assieme ai giocatori tradati, tagliati, partiti in free agency o che hanno chiuso la carriera. Poiché ogni unità (attacco/difesa) di ogni squadra gioca un diverso numero di snap nel corso della stagione, abbiamo creato il metro del “Full Time Equivalent”: il numero totale di snap mancati diviso per il numero di giocate della squadra su quel lato della palla in stagione regolare (non sono annoverati i playoff). Più è basso il FTE, più giocatori che sono effettivamente scesi in campo per la franchigia, sono rimasti al loro posto. Il dato ovviamente non da nessun tipo di valutazione qualitativa in termini di perdita, ma semplicemente quantitativa. Sospensioni e infortuni che ricadono sulla stagione 2015 non vengono in alcun modo annoverati nell’analisi.

 

Attacco (FTE Perso: 4.13, 29mi)

Le perdite maggiori:
Joe Barksdale (OT, FA ai San Diego Chargers, 1031 snap)
Scott Wells (C, attualmente free agent, 1014 snap)
Davin Joseph (OG, attualmente free agent, 907 snap)
Shaun Hill (QB, FA ai Minnesota Vikings, 468 snap)
Jake Long (OT, attualmente free agent, 449 snap)

Lo stato della linea dei Rams non è stato certo eccellente: Wells e Joseph per PFF erano entrambi nel quarto inferiore delle classifiche di rendimento nelle rispettive posizioni, e nessuno dei due ha trovato una nuova squadra da quando è stato sollevato dall’incarico in Missouri. Barksdale si poteva dimostrare un utile starter a tackle, ma St. Louis ha scelto di lasciarlo andare, e ha firmato un contratto da un anno in California ai Chargers. Tempo di Long con i Rams si è concluso quando è stato liberato in questa offseason, e non è detto che non passi un certo tempo prima che il talentuoso injury-prone tackle trovi una nuova squadra. Un backup “storico” come Shaun Hill ha giocato per quasi la metà della stagione e nonostante si parlasse di una sua rifirma, si è accordato con in Vikings per il 2015.

Come fare: Premessa importantissima: St. Louis l’anno scorso si è classificata 28ma in yard guadagnate, 23ma in yard passate, 20ma in yard corse, 21ma in punti fatti, 28ma in down conquistati, 27ma in percentuale di 3rd down convertiti… devo continuare? E’ del tutto evidente che i disastri combinati in attacco e una linea groviera che ha permesso 47 sack (8va peggiore della lega) dovessero essere riscritte per buona parte. Hill verrà “facilmente” sostituito dal corazziere ex-MSU Nick Foles scambiato con Bradford. Essenzialmente tre punti sulla linea offensiva che hanno bisogno di essere riempiti: Greg Robinson, seconda scelta assoluta del Draft 2014, dovrebbe essere destinato a giocare a tempo pieno, aumentando il numero dei suoi snap da 749, se tutto va bene. Il posto libero come Centro dovrebbe essere una delle più interessanti competizioni del training camp, e vedrà impegnati Barrett Jones, Tim Barnes e Demetrius Rhaney, e sebbene Barnes è il più esperto dei tre e probabile starter nelle menti dello staff, in questo momento, ha ancora meno di 300 snap NFL e la sensazione, espressa anche da alcuni analisti, è che al kickoff sarà Jones ad essere il titolare. Le scelte nel secondo e terzo turno del recente Draft hanno prodotto due linee offensive come Rob Havenstein (tackle) e Jamon Brown (Guardia), pure al quarto turno tramite pick compensativa è arrivato un tackle come Andrew Donnal, e se questo non bastasse, al quinto giro del supplemental draft i Rams si sono aggiudicati il fumantino tackle di Clemson Isaiah Battle. Si tratta di quattro prospetti di cui almeno due selezionati in posizioni pregiate, è ovvio che i Rams si aspettino di trovare tra di loro un tackle titolare e anche una guardia accettabile, altrimenti l’ipotesi è che chi non vince il posto da Centro, sarà dirottato immediatamente a lato.

 

Difesa (FTE Perso: 0.60, 1mi)

Le perdite maggiori:
Kendall Langford (DE, tagliato, attualmente agli Indianapolis colts, 494 snap)
Alex Carrington (DT, FA ai Buffalo Bills, 147 snap)

In pratica i Rams hanno perso poco più dei waterboy, Langford è stato rilasciato per creare un po’ di spazio nel cap, e ha rapidamente trovato posto ai Colts, passando ad un regime di difesa 3-4. Carrington, dopo un solo anno a St. Louis, è tornato ai Bills dove aveva giocato i primi quattro anni della sua carriera.

Come fare: posto che stiamo parlando di due giocatori che nella difesa dei Rams erano tutt’altro che centrali, l’arrivo di Nick Fairley, se non ci saranno problemi di natura fisica, non solo dovrebbe coprire abbondantemente ciò che è andato perso, ma contribuirà a rendere quella dei Rams una delle migliori linee difensive della NFL.