New Orleans Saints vs Tampa Bay Buccaneers: Le Pagelle (NFL Week 2)

Praticamente nessuno lo aveva previsto e invece i New Orleans Saints sono riusciti a perdere, in casa, contro i Tampa Bay Buccaneers, 26-19. Dopo questa prestazione che definirei imbarazzante sotto tutti i punti di vista le certezze dei Saints sono quasi tutte crollate. 0-2 in stagione e ultimo posto nella NFC South, sesta sconfitta casalinga consecutiva e, come se non bastasse, un infortunio molto fastidioso che potrebbe tenere la star della squadra, Drew Brees, in panchina per qualche partita.

OFFENSE

QB

Voto: 4,5. La pessima prestazione di Brees è stata evidentemente condizionata dall’infortunio subito dal quarterback durante la partita, causato da un protezione pessima da parte della linea offensiva. Brees è stato colpito più volte durante il match, soprattutto al braccio destro (che usa per lanciare) e la precisione dei suoi passaggi assomigliava fin troppo a quella dei passaggi di Tim Tebow, forse anche peggio. Al momento l’infortunio alla spalla (più precisamente alla cuffia dei rotatori) sembra non essere troppo serio e Brees è dato come “day-to-day”. Potrebbe tornare in campo già questa domenica contro i Panthers ma sarebbe sicuramente limitato quindi Sean Payton potrebbe schierare titolare Luke McCown, staremo a vedere.

RB

Voto: 4. Ingram (16/53/1) fatica terribilmente a guadagnare yard, complice anche una giornata nera della linea offensiva. Devastante il fumble con poco più di due minuti sul cronometro che sostanzialmente regala la partita ai ragazzi di Lovie Smith. Meglio Robinson che in sole 5 portate guadagna 48 yard rompendo qualche placcaggio in più. Una media di 1.8 yard per portata nel primo tempo è un dato preoccupante ma il problema principale, come già detto, è stata l’incapacità della line offensiva di creare spazi decenti per i running back. Esordio tranquillo per C.J. Spiller che non è ancora in condizione per giocare molti snap.

WR

Voto: 4. Con un Brees a mezzo servizio i ricevitori soffrono terribilmente. Cooks (5/62) sparisce per la seconda settimana di fila e il ruolo di WR1 sembra non essere il suo – o almeno non ancora. Un rinato Colston (4/69) si smarca in più di un’occasione e tiene a galla il reparto per un po’ ma non basta. Male sia Coleman (3/33) che Snead (4/44/1), il quale perde un fumble importante.

TE

Voto: 3. Ma siamo sicuri che ci siano i tight end?

OL

Voto: 2.

Prestazione collettiva nettamente insufficiente. Armstead è l’unico che si salva. Lelito e Unger non riescono a bloccare decentemente Gerald McCoy nel mezzo e Strief ed Evans giocano pure peggio a destra. Brees è spesso sotto pressione e subisce ben 4 sack, oltre a molteplici botte. Malissimo anche nei giochi di corsa. Quello che doveva essere uno dei punti di forza dei nuovi Saints si è rivelato essere la più grande debolezza in una partita che i Saints non potevano permettersi di perdere.

https://youtu.be/OwCJEsfZ2aI

DEFENSE

DL

Voto: 6. In una partita in cui è andato tutto storto è proprio la difesa che regala qualche barlume di speranza ai Saints. Buona prestazione di Cam Jordan e Kevin Williams in particolare, un sack anche per la riserva Kasim Edebali. Sufficienza forse generosa ma diamogli fiducia a sti poveretti, potrebbero migliorare andando avanti.

LB

Voto: 5,5. Ancora una prestazione con alti e bassi per i rookie Anthony e Kikaha ma stanno crescendo bene. Bellissima giocata quella del fumble forzato di Kikaha su Winston, peccato che poi l’attacco non abbia saputo sfruttare le opportunità offerte dalla difesa.

DB

Voto: 5,5. Qualche incertezza c’è ancora nel reparto rinnovato di recente. Breaux continua far fatica ma neanche Vaccaro e Browner fanno una buona partita nel complesso. Meglio Swann, utile nel supporto contro le corse. La domanda resta sempre quella: quando torna Jairus Byrd?

SPECIAL TEAMS

Voto: 3. Hocker si fa bloccare un extra point e sbaglia l’unico field goal della partita: un disastro. Male anche Morstead che sbaglia l’unico punt che doveva cacciare veramente lontano considerando che calciava dalla nostra end zone, regalando yard ai Bucs. Ritorni di punt/kickoff inesistenti.

COACHING STAFF

Voto: 4. Sempre i soliti problemi col playcalling offensivo, qualche timeout sprecato e in generale un senso di confusione che affonda la squadra.

Per seguire tutti gli aggiornamenti dei Saints in italiano collegati con Saints Italia su Facebook (facebook.com/SaintsItalia) e/o su Twitter (@SaintsItalia)!