Week #4: Carolina Panthers @ Tampa Bay Buccaneers recap

Altra grande vittoria per i Panthers, la quarta di fila su quattro gare.

Primo quarto che si apre con un FG di Graham Gano e la supremazia di Carolina sui padroni di casa che non riescono ad arginare gli attacchi di Cam Newton e compagni e soprattutto nulla possono contro la rocciosa difesa delle pantere, che culmina con l’intercetto di Josh Norman su lancio di Jameis Winston, corsa di oltre 40 Yds e Touchdown Carolina. Fine primo quarto sul 10-3 per un FG di Kyle Brindza.

Il secondo quarto è ancora solo per gli ospitati, anche se in qualche modo la difesa di casa se la cava in più di una occasione, ma nulla può su Ted Ginn che afferra un lancio di Newton ed entra in Endzone per una altro TD. Passano pochi minuti che anche Tampa Bay trova la via del TD con Doug Martin (sicuramente il migliore dei suoi) con una corsa irrefrenabile. 17-10 è il risultato che chiude il primo tempo, poiché Brindza sbaglia ben due FG, errori gravissimi, difficile vederli in NFL.

Il terzo quarto è sicuramente il più emozionante della partita ed è quello che di fatto consacra la vittoria dei Panthers sui Buccaneers che da questo quarto non riescono più ad arginare l’attacco avversario. A pochi minuti dall’avvio del secondo tempo azione incredibile: corsa di Stewart, impatto con la difesa di Tampa, fumble con pallone che schizza in aria e presa al volo dell’accorrente Dickson che, per l’inerzia della corsa per spazzare la difesa, si ritrova nel momento giusto al posto giusto, con il pallone praticamente in mano e nessun avversario tra lui e il TD. Se potete guardate il replay di questa azione, raccontarla non rende la spettacolarità. Segue un altro TD Carolina ancora grazie al duo Newton-Ginn per il 31-10 che diventerà 31-17 per un TD dei Buccaneers, davvero bellissima azione di Winston che pesca Sims III in Endzone il quale compie una difficile ricezione.

L’ultimo quarto è facile amministrazione dei Panthers che legittimano la superiorità, di rilevante 2 FG di Gano e un TD di Jackson dei Tampa Bay per il 37-23 finale (Brindza fallisce l’extrapoint).

Fantastico come al solito Cam Newton, sia sui lanci sia sulle corse, davvero il QB più completo in NFL. Ma il migliore oggi è stato Josh Norman (J-No) che oltre alla solita solidità difensiva, ha trovato due grandi intercetti di cui uno ritornato in Touchdown. Finalmente si è vista anche un’ottima difesa, credo la migliore prestazione dall’inizio della stagione. Se vogliamo proprio trovare una piccola pecca la attribuiamo allo Special Team, ancora una volta troppo instabile, ogni ritorno avversario fa stare sempre col fiato sospeso, devono concedere meno Yards.

Per gli avversari malissimo Brindza per tutti quegli incredibili errori e la OL perchè ok: Winston (tanta responsabilità non facile per questo 21enne, rookie da Florida State) 4 intercetti, 2 sacks., ma non è solo colpa sua, a volte non ha nemmeno il tempo di alzare la testa…
Panthers una grande squadra che merita il 4-0, assolutamente.

 

I migliori

Per Carolina segnaliamo il DT Kawann Short, il CB Josh Norman ed il DE Ryan Delaire di cui diremo dopo, il WR Brenton Bersin, e la RG Trai Turner. Per Tampa Bay il LT Donovan Smith, il DE William Gholston, il RB Doug Martin, la FS Chris Conte, l’OL Kevin Pamphile.
Alcune note sui Carolina Panthers

Il Cornerback Josh Norman ha dato la misura dell’ottima difesa nero azzurra trovando l’intercetto su un Winston non irreprensibile, e riportandolo in TD. Questo big play non è che la ciliegina sulla torta di una prestazione eccellente, per PFF la migliore della sua carriera: preso di mira otto volte, ha permesso solo due ricezioni per 31 yard, a cui si aggiungono due intercetti e due passaggi difesi, ed un QB rating di 3,6.
Jared Allen non ha certo scintillato domenica, in compenso l’undrafted rookie Ryan Delaire, arrivato la settimana scorsa dalla practice squad di Washington ha fatto registrare due sack, un QB hit, e una pressione al quarterback su 28 snap in situazione di pass rush, il migliore della squadra.
Secondo PFF, nonostante la vittoria dominante di Carolina, non è stata una delle prestazioni migliori del quarterback Cam Newton, soprattutto quando ha lanciato tentativi da oltre 10 yard. Anche se ha completato tre dei suoi cinque passaggi in questo target per un passer rating di 104.2, un solo passaggio è stato completato dei suoi sei tentativi di fuori dei numeri, rischiando enormemente l’intercetto in redzone per un tentativo su Greg Olsen sfuggito a Lavonte David.

 

Alcune note sui Tampa Bay Buccaneers

Entrambi gli OT di Tampa Bay si sono dimostrati insufficienti in pass protection ma hanno dimostrato una inaspettata attitudine al run blocking, soprattutto il rookie Donovan Smith che ha permesso un sack, un QB hit, e due pressioni al QB ma per PFF un run block grade pari a 4,3, il migliore tra tutti i giocatori in campo. Il RT Gosder Cherilus che ha permesso un sack, un QB hit, e cinque pressioni al QB è stato il peggiore in pass blocking ma dopo Smith è stato anche il migliore sulle corse.
La safety Chris Conte si è dimostrato affidabile in tutti gli aspetti difensivi, nonostante abbia mancato un placcaggio, ha fermato due corse, permesso una sola ricezione su due obbiettivi senza guadagno, ed ha effettuato una pressione al QB.
Il Rookie linebacker Kwon Alexander finora è stato in campo in tutti gli snap difensivi dei Buccaneers in questa stagione, ma il suo impiego sembra sia più per il potenziale che per quello effettivamente dimostrato in campo. Con i tre missed tackle di domenica, la quota di placcaggi mancati per il 2015 sale a nove, il peggior dato di tutti i Buccaneers.