La via per la redenzione

La sconfitta contro i Panthers prima del bye aveva reso questa sfida contro i Cowboys una must win, e crocevia della stagione. Questa vittoria dà l’ennesimo segnale di speranza in una stagione di rollercoaster di emozioni. Può essere finalmente la svolta tanto attesa e sperata?

Vittoria di una importanza monumentale in questo preciso momento della stagione per le aquile. Fa sprofondare i Cowboys in un poco confortante 2-6, fa mantenere il contatto con i Giants leader di division, e fa recuperare il record divisionale ad un decente 2-2 (pari assieme NY e Dallas). E arrivata l’ora di cambiare marcia e la partita da buoni segnali in questa direzione, contestualizzabili nella partita. La OL degli Eagles, priva di 2 titolari (Peters e Gardner), ad esempio ha fatto un uscita molto solida. Lane Johnson dopo 3 anni è stato riportato a quello che era il suo ruolo naturale di LT, tenendo a bada Greg Hardy per gran parte della partita concedendo appena 1 sack. Pro Football Focus non è molto d’accordo con questa analisi affidandogli un voto di -2.2. Eppure Hardy non trovando vita facile è stato spostato nel mismatch contro il mediocre Kelly che invece ha risposto, anche lui, con una solidissima prestazione. Ma è sulle corse che il reparto ha sorpendentemente brillato. Tobin, Barbre, Kelly sono stati molto positivi e i risultati si sono visti. 174 yard corse complessive e nessun RB sotto i 4.6 yard di media a tentativo.

Ma gli Eagles hanno complessivamente vinto la battaglia in trincea da ambo le parti. Graham in primis (+2.1 per PFF) ha fatto una partita granitica contro uno dei migliori LT della lega. 2 sack e 2 fumble purtroppo recuperati dagli avversari, e probabilmente la migliore partita da quando è divenuto starter. Vanno spese anche due parole per Jordan Hicks, il cui pick 6 è stato ancora una volta fondamentale per la W finale. Era dal 2012 che un rookie non metteva a referto due intercetti e 3 fumble recuperati in una sola stagione. Quel Luke Kuechly ce la fece però in 16 partite, mentre Hicks a week 1 era ancora uno special teamer. Chiude purtroppo qui la stagione con un infortunio al bicipite, come 4° assoluto tra i LB secondo PFF (dietro solo Brandon Marshall, Derrick Johnson e Wesley Woodyard) e in piena corsa per il Defensive Rookie of the Year.

Defense uber alles, e chi lo avrebbe mai detto alla vigilia di questa stagione? Eppure c’era da aspettarselo. Pochi cambi funzionali, molta intesa pregressa (a differenza di un altro reparto…), un nuovo ed esperto DB coach, giocatori vicini alla definitiva esplosione e qualche sorpresa. Sì la difesa di Bill Davis sta passando forse un pelo troppo inosservata, visto le dosi di critiche ricevute nello scorso biennio. Il front seven è come sempre sugli scudi. Di Cox abbiamo già parlato, ma in coppia con Bennie Logan stanno diventando una delle coppie DT-DE più devastanti della lega, lavorando eccezionalmente contro le corse ma facendo anche un bel lavoro in fase di pass rush soprattutto per i LB. Se secondo i dati di Pro Football Focus Fletcher Cox si piazza al 5° posto tra i DE con un irreale +17.3 (con gli Eagles che piazzano anche Vinny Curry al 13° posto!) non fa peggio Bennie Logan piazzandosi al 10° posto tra i DT e tra i primi 3 Nose Tackle della lega.

Nonostante le assenze in OL l’attacco ha vissuto una buona domenica. Bradford è sembrato a proprio agio come non mai, la pace in un paio di drive è stata finalmente quella dei bei tempi (basta vedere la faccia stravolta dei difensori Cowboys sul lungo drive nel primo tempo) e i ricevitori hanno lavorato per il QB. Nonostante ancora qualche drop di troppo del reparto è stata finalmente la partita di Sam Bradford e Jordan Matthews. I due si sono trovati per ben 9 volte per 133 yard e il walk-off TD. E’ l’epilogo perfetto di una partita fondamentale. Sarà anche la prima tappa per la redenzione di entrambi dopo le difficoltà iniziali?

Al di là della coppia in questione gli Eagles hanno cominciato, insospettabilmente, a macinare yard importanti su corsa già da qualche settimana. Infatti nonostante le critiche, a Chip Kelly e alla OL, Philadelphia è la seconda squadra per yard corse da week 3 con 151 yard total di media. Solo Todd Gurley e i suoi Rams sono riusciti a fare meglio. E non solo, nell’ultimo mese la media è salita a 173 yard con un ottimo 5.1 a portata (mai sotto la gestione Kelly gli Eagles erano andati sopra le 150 yard a partita in 4 partite consecutive). In un paio di mesi si è passati dalle 7 yard contro i Cowboys alle 172 yard nel ritorno a Dallas. E alla prossima c’è Miami, una delle peggiori squadre contro le corse di quest’anno.

Manuel Tracia