Wild Card Game preview: Seahawks @ Vikings

Conquisti la division dopo 6 anni di astinenza,interrompi l’egemonia dei Packers nella NFC NORTH(solo New England ha all’attivo una striscia di titoli divisionali più lunga di Green Bay),vinci ben 11 partite in stagione(successo solo altre tre volte negli ultimi 20 anni della franchigia),sei la prima squadra nella storia della NFL a raggiungere i playoff giocando in un campo in affitto e come regalo di tutto ciò cosa ricevi?Affrontare i Seattle Seahawks,la squadra che ha vinto gli ultimi Championship della NFC e una delle più in forma dell’intero campionato.Non c’è dubbio che poteva decisamente andar meglio per essere un wild card game.

Seattle che è già stata affrontata il 6 dicembre scorso in una partita senza storia:38-7 il risultato finale in favore della squadra dello stato di Washington con i Vikings che in attacco chiusero l’incontro con un misero 150 yard di total offense e una casella di 0 punti segnati mossa soltanto da un ritorno di kickoff nel terzo periodo di Cordarrelle Patterson.Senza alcun dubbio,di gran lunga la peggior prestazione offerta dai Vikings in tutta la regular season,una sconfitta che per come è maturata poteva lasciare strascichi negativi anche nelle settimane successive.

Da un punto di vista tecnico è il peggior accoppiamento che potesse capitare nei playoff:una difesa che da quattro anni guida la lega per minor numero di punti subiti,che in stagione non ha mai concesso a nessun RB avversario di scollinare le 100 yard corse,un trio di DE che portano pressione costante sul qb,un reparto LB composto da elementi fisici ma al tempo stesso dinamici in grado di coprire ampi spazi di campo e per finire la Legion of Boom che non ha bisogno di ulteriore presentazione.In attacco invece una zone read e un qb mobile in grado di creare big play anche quando esce dalla tasca(non a caso le due cose che la difesa di Minnesota ha mostrato di soffrire maggiormente)completano la descrizione di una squadra che ha veramente pochi punti deboli e che è entrata in forma da fine novembre,proprio quando più conta.

Messa cosi sembra difficile trovare qualcosa a cui aggrapparsi per sperare di portare a casa la vittoria,invocare al miracolo sarebbe fin troppo blasfemo ma gli unici vantaggi che può avere Minnesota provengono da fattori esterni al football giocato.Innanzitutto pensare che nella netta sconfitta di quest’anno erano assenti i tre migliori difensori della squadra:Smith,Barr e Joseph e che quindi la differenza tra le due squadre possa esser minore di quanto visto in week 13.Altro aspetto su cui coach Zimmer proverà a far affidamento è quello psicologico e il senso di rivalsa dopo esser stati umiliati non più di un mese fa;tutti gli addetti ai lavori vedono(giustamente) Seattle nettamente favorita e questo non fa che mettere ulteriormente i Vikings nella posizione di underdog,posizione in cui si son già trovati diverse volte quest’anno e han quasi sempre sovvertito il pronostico,Zimmer è stato sempre bravissimo a sfruttare le critiche e trasformale in motivazioni extra:a lungo han rinfacciato ai Vikings di non saper vincere in trasferta e poi son arrivate 5 vittorie nelle ultime sei gare on the road;altri ricordavano come i Vikings soffrivano terribilmente i primetime e poi son arrivate due vittorie nelle ultime due settimane sempre giocando il SNF;altri ancora parlavano del complesso di inferiorità nei confronti dei Packers e si è finito per andar a vincere la division proprio a Green Bay.Ultimo fattore che può tornare favorevole ai Vikings è il clima freddo.Le previsioni per il kickoff parlano di una temperatura tra i -17 e i -24 gradi Celsius più un sostanzioso vento gelido che renderà il tutto ancora più complicato,una temperatura che se non va a netto favore di Minnesota sicuramente assottiglia il gap tecnico tra le due squadre anche perché i Vikings son più abituati rispetto ai Seahawks a giocare con temperature sotto lo zero:negli ultimi due anni sono 5-1 mentre i Seahawks da quando a guidarli c’è Russell Wilson,cioè dal 2012, han affrontato temperature cosi polari solo in un’occasione(l’anno scorso a Kansas city) uscendone tra l’altro sconfitti.

Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic

-INJURY REPORT-
Vikings – Probable: RB Adrian Peterson (low back), FB Zach Line (illness), WR Adam Thielen (shoulder/low back), DE Everson Griffen (shoulder), DT Linval Joseph (foot), Out: DT Kenrick Ellis (ankle)

Seahawks – Probable: WR Tyler Lockett (hip), G JR Sweezy (concussion), T Russell Okung (calf), DE Michael Bennett (toe), DT Jordan Hill (toe), CB Jeremy Lane (oblique), SS Kam Chancellor (pelvis), Questionable: RB Marshawn Lynch (abdomen), Out: TE Luke Willson (concussion)

Edit: nella notte italiana si è saputo che Marshawn Lynch non è partito con la squadra destinazione Minneapolis ed è da considerare ufficialmente out per la partita

-COORDINATE-

DOMENICA 10 GENNAIO, ORE 19,05 TCF Bank Stadium Minneapolis,MN

commento italiano su Premium Calcio 1, commento in lingua originale su Sky Sport Plus

-PRONOSTICO- Seahawks vincenti 27-14