Scontro tra Difese, vince Pittsburgh!

Gli Steelers si aggiudicano con merito la prima partita della stagione contro i Falcons, una vittoria sofferta arrivata solo all’OT dopo 4 quarti di dura battaglia tra le due Difese, capaci di bloccare costantemente gli attacchi avversari, lasciandogli la possibilità di sbloccare il punteggio solo su field goal.

All’esordio assoluto nell’NFL il quarterback Dixon, che sostituiva lo squalificato Ben Roethlisberger, ha sofferto la pressione della linea avversaria, 3 sacks ed un intercetto per lui, ma tutto sommato ha giocato una buona partita, chiudendo con un 18 su 26 per 236 yards, facendo vedere qualche ottimo lancio soprattutto verso Hines Ward, immortale WR che continua a fare la differenza (108 yards ricevute).

Dall’altra parte un opaco Matt Ryan, 2 sacks e un intercetto, costantemente in fuga dalla 3-4 avversaria di gran lungo superiore, sia in peso che in potenza, alla OL dei Falcons che non è riuscita ad aprire varchi al running back Turner, sole 42 yards corse per lui. Bloccate le corse, Atlanta è riuscita a guadagnare yards prevalentemente con Roddy White, 13 ricezioni per 111 yards, in ombra invece il TE Gonzales con solo 2 ricezioni (tra cui la millesima della sua immensa carriera).

Il punteggio dunque si è mosso solo grazie a field goal, dall’una e dall’altra parte, sul 9-9 la partita poteva chiudersi definitivamente a fine ultimo quarto, quando l’intercetto di Polamalu ha consegnato palla a Pittsburgh sulle 30 yards di Atlanta con 1 minuto e 40 secondi da giocare.
Nonostante le 9 yards guadagnate, gli Steelers si ritrovano con un 4&1, con il solito kicker Jeff Reed a decidere le sorti del match con un field goal da 40 yards a meno di 40 secondi dalla fine.
L’ovale non centra i pali e le squadre si ritrovano a giocare l’over time.

Palla ai Falcons che tanto per cambiare vengono bloccati dalla difesa avversaria, e complice anche una penalità devono andare al punt dalle proprie 14 yards.

A Pittsburgh basta una sola azione… corsa da 50 yards del RB Mendenhall, che approfitta degli ottimi blocchi della sua OL, dormita generale della D# di Atlanta, e galoppata solitaria fino all’endzone per il 15-9 finale.
E’ presto per fare un bilancio, gli Steelers che giocano con un QB rookie, e che dovranno aspettare Week 6 (4 giornate di squalifica più il bye) per rivedere Roethlisberger in campo, hanno dimostrato d’essere sempre una grande squadra, con una difesa solidissima, Harrison e McFadden su tutti, e con un Polamalu tornato in forma strepitosa.

In attacco oltre a Ward, Mendenhall ed al TE Miller, non si è visto molto (merito anche della difesa di Atlanta), ma sicuramente la poca esperienza del QB Dixon ha influenzato non poco il gioco offensivo.
Atlanta ha sicuramente fatto passi in avanti nella difesa, una delle più perforate, soprattutto sul profondo della passata stagione, la 4-3 convince, ottimi soprattutto i LBs, rimandato invece l’attacco con un Matt Ryan decisamente sottotono (anche quì grande merito alla difesa avversaria), e con il solo Roddy White a ricevere le poche palle giocabili.

Si sente, eccome, la mancanza di un secondo WR di peso, Douglas (appena rientrato da un lungo infortunio) e Weems fanno quello che possono, ma per ora non hanno di certo lasciato il segno, ed anche il rientro di Jenkins non sembra far prevedere grossi cambiamenti.
E’ solo la prima partita, presto per azzardare altre considerazioni, prossimi impegni dei 2 team : [email protected] e [email protected]