Il Ranking dopo week 15

# 1 New England Patriots

Sembrava che i Patriots, dopo aver battuto Steelers, Colts, Lions, Jets e Bears, potessero agevolmente avere la meglio dei Packers privi del QB Rodgers; Green Bay invece vende cara la pellaccia. Nel primo tempo NE resta in partita solo grazie ad un incredibile kick off return da 71 yards di Connolly, guardia di 140 Kg. Nella seconda frazione la spunta invece grazie ad un intercetto del CB Arrington e al solito drive conclusivo di Brady, ormai lanciato verso il titolo di MVP.

# 2 Atlanta Falcons

Anche i Falcons partono male, ma si rimettono presto in carreggiata grazie ai 3 TD pass del QB Ryan e alla prestazione della difesa, che segna 2 TD (uno su intercetto e uno dopo fumble).

Da non perdere la sfida di lunedì prossimo contro New Orleans, in cui i Saints vorranno vendicare la partita persa all’overtime nella week 3.

# 3 Baltimore Ravens

Il cambio di strategia, in direzione di un incremento dei giochi di corsa, è la chiave di volta dei Ravens nella vittoria contro i Saints. Il RB Rice ringrazia per lo spazio concessogli con 150+ yards corse e 1 TD più 80 yards ricevute e 1 TD. Nota di merito per la difesa, che una volta tanto riesce nell’impresa di evitare la rimonta avversaria.

# 4 Pittsburgh Steelers

Senza il SS Polamalou la difesa degli Steelers non è brillante come al solito, tanto da permettere al QB Sanchez di guidare la squadra alla vittoria all’Heinz Field.

Niente da fare all’ultimo quarto: brutta safety subita e drive finale non completato da Roethlisberger.

Pittsburgh tenterà di legittimare l’ingresso ai playoff cercando di vincere le ultime 2 partite, contro Panthers e Browns.

# 5 New Orleans Saints

La squadra subisce la giornata strepitosa di Ray Rice, uscendo sconfitta da Baltimore nonostante i 3 TD pass di Brees. Da segnalare la brutta prestazione dell’attacco sulle corse: senza il rookie Ivory infatti, Thomas, Jones e Bush accumulano la miseria di 27 yards.

# 6 Philadelphia Eagles

Fino a metà dell’ultimo quarto sono completamente dominati dai Giants, complici le assenze del LB Bradley e del DE Graham e la scarsa forma del WR Jackson. Il QB Vick però non si dà per vinto e trascina la squadra verso una rimonta di 21 punti, che permette il pareggio. A chiudere il discorso ci pensa proprio Jackson, che a tempo praticamente scaduto ritorna in TD un punt dei Giants.

# 7 New York Jets

I Jets si riprendono dalle amare sconfitte contro Patriots e Dolphins andando a vincere in casa degli Steelers.

A mettere la partita sul binario giusto ci pensa Brad Smith, che ritorna in TD il kick off iniziale. Poi partita solida del QB Sanchez e della squadra tutta, che ipoteca seriamente i playoff.

# 8 Chicago Bears

I bistrattati Bears hanno la meglio dei Vikings e, dopo 4 anni, si assicurano il primo posto in division.

A brillare sono soprattutto il QB Cutler, autore di 3 TD pass e il buon Devin Hester, che fissa il nuovo record nfl di kick/punt return a 14.

# 9 New York Giants

Dominano fino a metà dell’ultimo quarto, grazie ai 4 TD pass di Eli Manning e i sacks del DE Tuck.

Nei 7 minuti finali subiscono l’atletismo degli avversari, concedendo 3 TD a Vick & Co. + un TD su punt return a DeSean Jackson. In tal modo compromettono l’accesso alla post season, in cui dovranno vedersela contro i Packers e i Redskins.

# 10 Green Bay Packers

L’infortunio del QB Rodgers sembrava potesse mettere al tappeto i Packers. Contro i Patriots però il back up Flynn gioca una gran partita e altrettanto positive sono le prestazioni del RB Jackson e della difesa.

Se dovessero spuntarla domenica prossima in casa contro i Giants, nonché fra 2 settimane contro i Bears, potrebbero anche disputare degli insperati PO.

# 11 Indianapolis Colts

Uscendo vincitori dalla gara casalinga contro i Jaguars, riacciuffano il primo posto in division, che dovranno saper mantenere contro Raiders e Titans.

In attacco si rivede la strategia attuata contro i Titans, con i RBs che tolgono parte del carico di lavoro a Peyton Manning, mentre la difesa stupisce fermando le corse di Jones Drew.

# 12 Kansas City Chiefs

Il ritorno sulle scene del QB Cassel coincide con una prestazione convincente di Kansas, che riescono ad avere la meglio dei Rams grazie ad una buona prestazione corale.

Per riuscire nell’impresa di vincere la division dei Chargers, mancano però ancora 2 difficili partite contro i Titans e i Raiders, che i Chiefs affronteranno con il vantaggio di giocare in casa.

# 13 San Diego Chargers

Contro i 49ers chiudono la pratica con largo anticipo, grazie ai 3 TDs di un ritrovato Vincent Jackson e al buon controllo di gara della difesa.

Ai Chargers potrebbe però non bastare vincere le restanti partite per andare ai PO, a causa dei troppi punti buttati per strada nella prima parte della stagione.

# 14 Tampa Bay Buccaneers

I troppi infortuni in difesa condizionano la performance della squadra contro l’attacco dei Lions, mentre dall’altra parte del campo il QB Freeman subisce la pressione avversaria.

Dopo la sfida interna contro Seattle, i Bucs dovranno vedersela contro i campioni in carica, in quel di New Orleans.

# 15 Jacksonville Jaguars

Con la sconfitta ad Indianapolis pongono il loro destino nelle mani dei Colts, che ora hanno 2 match ball per andare ai PO. Nonostante la giornata no di Jones Drew, i Jags provano a restare in partita con i TDs dell’asse Garrard – Sim Walker. Nel finale di gara provano a mantenere il possesso con un onside kick, che si rivela però un boomerang.

# 16 Oakland Raiders

Faticano a prendere le misure del QB Tebow nelle parti iniziali della gara, ma una volta prese non concedono più nulla all’ex fenomeno della ncaa. In attacco, oltre alle solite corse di McFadden, si distinguono le giocate dei giovani Ford e Reece.

Ad attenderli le sfide contro i Colts e i Chiefs, che i Raiders dovranno affrontare senza il DT Seymour.

# 17 Tennessee Titans

Dopo 6 sconfitte di fila, per i Titans arriva una confortante vittoria contro i Texans.

Tennessee parte forte nel primo quarto con i 2 TDs pass del QB Collins e il TD di Chris Johnson, poi si assiste ad una prestazione difensiva che non si vedeva da parecchio tempo: 4 sack, 2 fumble e 1 intercetto.

Nelle prossime 2 partite saranno l’ago della bilancia che permetterà di decidere le contendenti ai playoff nella loro  division e in quella dei Chargers.

# 18 Miami Dolphins

In casa arriva la sesta sconfitta su sette gare disputate.

La tattica di privilegiare i giochi aerei è deleteria, visto lo scarso rendimento del QB Henne, così ancora una volta viene vanificato l’ottimo lavoro della difesa.

A incidere pesantemente sulla sconfitta è però anche la prestazione del kicker Carpenter, che sbaglia ben 4 field goal.

# 19 St. Louis Rams

Brutta prestazione in casa contro i ritrovati Chiefs.

Più ombre che luci sul QB Bradford. Supera le 3000 yards lanciate nel suo primo anno in nfl (terzo giocatore della storia a raggiungere questo traguardo), ma gioca la terza partita di fila senza TD pass, mentre in tale periodo gli intercetti ammontano a 5.

Nonostante tutto i Rams sono ancora ampliamente in lotta per entrare ai playoff, dovendo affrontare 49ers e Seahawks, suoi rivali divisionali.

# 20 Cleveland Browns

Brutta sconfitta contro una squadra che perdeva da 10 partite di fila. Le colpe maggiori le ha la linea di attacco, che non protegge adeguatamente il rientrante QB McCoy e non apre sufficienti varchi al RB Hillis, ma grosse colpe sono da attribuire anche alla linea di difesa, che concede al RB Benson la miglior performance stagionale.

# 21 Dallas Cowboys

Grazie alla buona prestazione dell’attacco, a fine terzo quarto sono avanti di 16 punti contro i Redskins, salvo poi subire un’incredibile rimonta e salvarsi solo grazie ad un field goal sul finale di gara.

Risulta quindi evidente che i maggiori problemi di questa squadra sono da ricercasi nella difesa, e nello specifico dal reparto delle secondarie.

# 22 Washington Redskins

In settimana fa discutere la scelta del coach Shanhaan di panchinare il QB McNabb fino a fine stagione in favore di Grossman, discutibile QB che arrivò comunque a disputare un Superbowl con i Bears 4 anni or sono.

L’ex Bears ci mette un po’ ad ingranare, ma alla fine non fa rimpiangere a Shanaan la scelta, riuscendo a rimontare ai Cowboys con 3 TDs pass e 2 conversioni da 2 punti nel solo secondo tempo. Per ottenere la prima vittoria con i Redskins ci riproverà contro i Jaguars, confidando in una prestazione almeno sufficiente della difesa.

# 23 Houston Texans

I Texans non riescono proprio a partire concentrati, così compromettono l’ennesima partita nel primo quarto, in cui concedono ben 21 punti ai Titans.

Nella foga di recuperare si affidano quasi totalmente agli attacchi aerei del QB Schaub che, mal protetto dalla linea, non riesce nell’impresa di recuperare la partita.

# 24 San Francisco 49ers

Il QB Alex Smith non si ripete e così, dopo aver giocato la più bella prestazione della carriera contro la difesa di Seattle, gioca una pessima partita contro la difesa dei Chargers. Per lo meno può addurre a sua scusante di avere a che fare con una linea che non lo protegge molto; nonostante questo però viene nuovamente messa in dubbio la sua prossima partenza da starter, con il coach Singletary che a questo punto appare in confusione totale.

# 25 Seattle Seahawks

Dopo un buon avvio contro i Falcons, subiscono la rimonta; il QB Hasselbeck tenta di rimediare ma dopo il terzo turnover di fila viene panchinato in favore di Whitehurst, che nonostante il TD su corsa non convince.

La squadra è comunque ancora in corsa per i playoff, sempre che riescano a battere i Buccaneers e i Rams.

# 26 Detroit Lions

Galvanizzati dalla vittoria contro i Packers, i Lions interrompono la loro striscia di 26 sconfitte consecutive fuori casa andando a vincere in quel di Tampa Bay, grazie ad una convincente prestazione sia a livello offensivo che difensivo.

Anche in questo caso però sono avvantaggiati dagli infortuni degli avversari, e nello specifico dalla moria di difensori titolari che ultimamente sta affliggendo i Buccanners.

# 27 Buffalo Bills

Dopo la vittoria contro i Browns si ripetono contro i Dolphins, e con questa fanno 4 W nelle ultime 6 partite.

I Bills mostrano più aggressività in fase difensiva e miglioramenti in attacco, grazie soprattutto all’asse Fitzpatick – Steve Johnson.

# 28 Minnesota Vikings

Nel gelo del TCF Bank Stadium di Minneapolis, si rivede Favre come titolare, ma la sua partita non dura che 18 minuti, al termine dei quali è costretto a uscire a causa dell’ennesima botta subita.

Con il backup Webb in campo e senza il RB Peterson, i Vikings non riescono a concludere nulla di buono, venendo completamente annichiliti dai Bears.

# 29 Cincinnati Bengals

Finalmente per i Bengals si interrompe la striscia di 10 sconfitte consecutive, e si interrompe proprio contro i Browns, che curiosamente avevano impartito loro la prima L della serie.

Con il WR Owens fuori quasi subito per infortunio, i Bengals ritrovano la loro dimensione naturale affidandosi più del solito alle corse del RB Benson, che accumula 150 yards e 1 TD. Il QB Palmer, impegnato di meno, riesce addirittura a chiudere senza intercetti.

# 30 Arizona Cardinals

Dopo aver umiliato i Broncos, i Cardinals ritornano alle vecchie abitudini andando a perdere niente di meno che contro i Panthers.

Il QB Skelton, alla sua seconda partita da starter, non lancia molto di più di 1 intercetto, mentre dall’altra parte del campo la difesa si fa travolgere dalle corse avversarie.

# 31 Denver Broncos

Si decide di schierare da subito l’attesissimo QB Tim Tebows, ma questi, dopo un avvio scoppiettante, fatica a guidare la squadra mostrando ancora ampli margini di miglioramento sui passaggi aerei.

La difesa, priva tra l’altro di diversi giocatori importanti, si fa travolgere ancora una volta dai Raiders, così, per la cronaca, in 2 partite subisce da Oakland la bellezza di 98 punti!

# 32 Carolina Panthers

Grazie alle corse riescono ad acciuffare la seconda vittoria stagionale contro i non irresistibili Cardinals. Ma con una schedule che prevede le trasferte a Pittsburgh e ad Atlanta, la prima scelta al prossimo draft si avvicina sempre di più.

Il QB Luck, che molti accostano a nomi altisonanti come Payton Manning, sarà il prossimo quaterback di Carolina? 

Foto: NFL.com