NFL 2014 Preview: Kansas City Chiefs

Finchè ci sarà Jamaal Charles, tutto è possibile.

2013: 11-5, il secondo posto nella AFC West, ha perso al turno di wild-card AFC, 45-44, a Indianapolis

Head coach: Andy Reid, seconda stagione con KC (11-5 con Chiefs, 141-98-1 generale)

Partenze : OT Branden Albert, G Jon Asamoah, KR / DB Quintin Demps, DE Tyson Jackson, FS Kendrick Lewis, WR / KR Dexter McCluster, DT Jerrell Powe, OL Geoff Schwartz

Arrivi : WR Weston Dressler, rookie OLB Dee Ford, OL Jeff Linkenbach, ILB Joe Mays, CB Chris Owens, rookie RB De’Anthony Thomas, DL Vance Walker.

Una sorprendente squadra del 2013, poco valutata in preseason e capace di andare ad un punto dalla vittoria della Wild Card, si permette di tagliare un cornerback Pro Bowl, il suo miglior Back veterano nella nichel e il titolare free safety nonostante giochi nella stessa division che comprende due partite all’anno contro Peyton Manning e due contro Philip Rivers. A meno che a Kansas City non siano impazziti, hanno evidentemente valutato che i defensive backs, il Pro Bowler (Brandon Flowers) e il veterano (Dunta Robinson), nonchè la free safety (Kendrick Lewis) non rispondevano alle esigenze del team. Kendrick Lewis probabilmente non era condizione di migliorare dopo le quattro stagioni considerate fallimentari, Brandon Flowers era incapace di adattarsi e Dunta Robinson era compreso in tutti e due i difetti.
Flowers spostato all’interno di un angolo nichel e Robinson sepolto sul grafico di profondità sono sprofondati terribilmente in fretta.
Col senno di poi, liberarsi di Flowers voleva dire liberarsi anche di un lauto stipendio ( 5,250 milioni di dollari questo autunno) oltre al fatto che non rispondeva fisicamente per dimensioni (è alto 175 cm) allo schema aggressivo che il defensive coordinator Bob Sutton ama per i suoi corner, il bump-and-run e il blitz-happy.( il bump end run vede l’uomo in copertura difensiva sul ricevitore vicino nella linea di scrimmage. Allo snap, il difensore preme il ricevitore con ogni mezzo possibile, usando mani, piedi e corpo per mantenere il ricevitore fuori dalla sua rotta prevista).
Sean Smith ( 191 cm), Marcus Cooper (189 cm), Ron Parker (187 cm) e il rookie Phillip Gaines ( 187 cm) sono abbastanza alti per combattere in aria con obiettivi perimetrali e abbastanza veloci per correre, passo su passo , con la maggior parte dei Wideout della NFL. Newbie Chris Owens è 175 cm, non si adatta al profilo per dimensione, ma ha un potenziale fisico di tutto rispetto.
In primavera, i Chiefs hanno alternato la safety Eric Berry tra il suo luogo familiare vicino alla linea di scrimmage e un ruolo di centro-campo sul retro della secondaria. Ma alla fine chi ha effettivamente più probabilità di aprire la stagione con un partner nel mezzo, sembra il veterano Husain Abdullah. Nella sua prima stagione con i Chiefs dopo aver preso un anno di pausa (2012) dal football, l’ex Minnesota Vikings e standout dello Stato di Washington è stato accreditato di 44 placcaggi, quattro pass- breakup e ha intercettato Andrew Luck due volte durante lo sfortunato collasso nella wild-card tra Kansas City e Indianapolis nel mese di gennaio. Il Defensive Back al secondo anno Sanders Commings è stato accantonato all’inizio del 2013, in preseason, per una clavicola rotta, ma ora si è fatto vedere nel OTA e nel minicamp. Se sta bene, è nel mix.
I Chiefs dovranno scegliere a chi proporre l’estensione del contratto a lungo termine o al OLB Justin Houston o al QB Alex Smith.
In un mondo perfetto, entrambi. Se sarà uno solo dei due, probabilmente sarà Houston. E’ più giovane (25), in quello che dovrebbe essere l’inizio di una fulgida carriera da pass rusher per almeno le prossime tre stagioni.
E ‘più economico anche potenzialmente – il numero di tag franchising per linebacker nel 2014 è 11.455 mila dollari; 13.116 mila dollari per Defensive End; e 16.912 mila dollari per il quarterback. Sulla base approssimativa del valore statistico Pro-Calcio-Reference detto AV – che tenta di fare per il football quello che fa l’indice di sostituzione (WAR) per il baseball, giudicando i giocatori con un numero in tutti i gruppi di posizione – Houston è a 19 punti AV nelle sue ultime 27 partite, Smith è a 20 AV nelle sue ultime 25 gare.
I Chiefs non hanno una situazione drammatica di salary cap, ma cominciano a doversi preoccupare. Kansas City dovrebbe essere con una cifra stimata di 10,096 milioni di dollari sotto il cap. Con un numero da 1,598 milioni dollari, non c’è dubbio che Houston è stato fortemente sottopagato, data la sua produzione.
Con Smith (nel 2014 : 8 milioni di dollari ) il discorso si fa più complicato. Il quarterback di Chicago Jay Cutler, ha un enorme 126.000.000, di dollari nella proroga di sette anni che ha fatto coi Bears a gennaio. La media AV di Cutler nelle sue ultime due stagioni da sano (’10 e ’12) è di 11.5. La media AV di Smith ’11 e ’13 è di 12.5. Il record di Cutler come titolare dal 2011: 22-14. Quello di Smith: 30-9-1. Come è stato sottolineato dagli esperti Cincinnati è alle prese con lo stesso problema con Andy Dalton al momento, e non sembra esserci nessun mercato, nessun comodo slot di stipendio per un cosiddetto “secondo livello” o “pretty good” quarterback.
Tornando ai problemi delIa squadra, i Chiefs avrebbero bisogno che Dwayne Bowe gli desse più di quello che ha dato nel 2013. Tra i 94 ricevitori che hanno ricevuto almeno il 25 per cento degli obiettivi della propria squadra, Bowe si è classificato 77simo in termini di “più basso tasso di drop” di palle catturabili (12,31 per cento); il suo compagno di squadra Donnie Avery è stato classificato per 67simo con il 11.11 per cento. Forse intuendo che la sua carriera è ad un bivio, Bowe – che compirà 30 anni il 21 settembre – ha detto che è venuto nell’OTA nella migliore forma della sua giovane vita, ed ha assunto un nutrizionista, e lavora sullo sforzo per diventare più esplosivo. Dopo una stagione che ha visto le sue ricezioni scendere a 57 le sue yarde andare a 673, i Chiefs potrebbero accontentarsi di qualcosa di più affidabile. Nel wide out c’è Donnie Avery, un crossing –route lo scorso autunno, che non è riuscito ad avere un grande impatto nel gioco verticale, sia a causa di Smith, sia per mancanza di separazione, o per la combinazione dei due. Reid e Dorsey hanno professato la loro fede nell’ex primo turno AJ Jenkins, che è stato acquistato da San Francisco per Jonathan Baldwin la scorsa estate in uno scambio di deludenti giovani ricevitori, ma il nome da tenere d’occhio potrebbe essere Junior Hemingway, che nel ultimi 18 mesi ha scalato dalla parte inferiore del grafico di profondità fino ad un potenziale titolare in terza posizione del ricevitore / slot lasciata libera da Dexter McCluster.
Il rookie De’Anthony Thomas ha perso la maggior parte delle sessioni di allenamenti di primavera a causa delle regole NFL, ma Reid non è uno stupido e vuole tenere l’esplosivo giocatore nella Pac-12 burner, nello spazio e in situazioni di uno-contro-uno favorevoli a sfruttare la sua velocità in rettilineo.
Qualcuno nella squadra che potrà fare la differenza potrebbe essere il rookie OLB Dee Ford. Certo, quando sei stato paragonato a Derrick Thomas, vuol dire che hai la possibilità di essere veramente speciale.
Parlare di Von Miller o Derrick Thomas sembra perlomeno prematuro, per il prodotto di Auburn , scelto al primo turno. E’ nato DE ma può andare al linebacker senza problemi, è esplosivo e veloce, ha una grande etica del lavoro ed è un leader naturale, per contro ha sempre lottato con gli infortuni e muore un po’ sui blocchi. Indubbiamente ha un primo passo d’elite ed è ottimo negli angoli della pass-rush, aiutato dalle dimensioni non eccezionali (187 cm per 110 kg). Sia che la sua mano sia alta o per terra, il nativo dell’Alabama ha tutto il potenziale per avere un impatto devastante in NFL, girando il bordo. Se c’erano dubbi sul passaggio da esterno della 4-3 a un esterno linebacker nella 3-4, Ford li ha fugati immediatamente fin dalle prime pratiche del suo primo minicamp da rookie.
“Spero che e qualcuno si ricordi di Derrick Thomas… Ok quel ragazzo vi ricorderà totalmente il primo passo di Derrick Thomas ‘”, ha detto Tamba Hali ai giornalisti, all’inizio di questa primavera. “Scende sulla palla in modo spaventosamente veloce …appena la palla esce dallo snap lui scatta con lei… il primo passo è incredibile”. Nella AFC West si gioca per aria. Tanto. E la velocità uccide. E Ford ha in circa sei marce con cui lavorare.
Altro giocatore focale della squadra è Jamaal Charles, è il migliore tailback nella AFC, se non del football, in questo momento. E Reid lo sa.Tutti quanti nell’altra metà campo lo sanno. E ancora cercano come fermarlo. E non è che non hanno provato. Ha avuto una media di 4,13 yds per corsa in settembre, andando fino a 6,02 yds di media nel mese di novembre.
Reid ha fatto in modo che la gran parte del lavoro della prima parte della stagione sia stato fatto dalla loro difesa e dagli special teams, sollevando i carichi pesanti durante la partenza 9-0.
Ma c’è ragionevole motivo di ritenere, salute permettendo, che un attacco che ha fatto 34.6 punti e 387 yds di media nelle ultime sette della scorsa stagione, con la maggior parte degli stessi giocatori più un De’Anthony Thomas che sembra voglia impostarsi come una versione più veloce di McCluster, riprenderà in gran parte dove si era interrotto nel mese di gennaio. E con il rientro di Houston, i Chiefs hanno di nuovo tutti gli ingredienti per una pass rush da top-10.
Problemi ce ne saranno. Il programma, il settimo più duro della lega, dispone di una piacevole gita attraverso la NFC West, oltre a Tom Brady e una visita a Pittsburgh nel mese di dicembre. La linea offensiva ha un nuovo look, con quello che ne consegue; la secondaria, Berry a parte, costringe a tenere le mani giunte.
La maggior parte dei grandi movimenti che direttore generale John Dorsey ha fatto sin dal suo avvento a sono stati mirati con un occhio al lungo termine, sostenendo la competitività nella divisione( Manning non è eterno). Ma con tutte le partenze di FA e l’incertezza dei contratti di Houston e Alex Smith, non è escluso che il 2014 si svolgerà come una sorta di anno “limbo”.
Dal 1960, ogni squadra NFL o AFL che ha fatto un salto di nove vittorie o meglio da un anno all’altro, è caduto, in media, a circa tre vittorie nella stagione dopo. I Colts nello scorso anno sono stati un’eccezione a questa regola, ovviamente, e la fondazione del roster dei Chiefs è probabilmente sufficiente ad evitare brusche cadute. A Kansas City si stanno fondendo il programma e le filosofie di Reid dagli Eagles – a prescindere da come quel capitolo sia finito. Il futuro a lungo termine sembra brillante, ma non verrà senza dolori della crescita. A meno che alcune scelte di Dorsey e qualche giovane di Reid possa sviluppare precocemente ed efficacemente, il prossimo potrebbe non essere un altro anno di “ricostruzione”, ma potrebbe semplicemente finire per trasformarsi in un anno “di transizione”.
I Chiefs erano stati la più grande sorpresa della NFL nel 2013, registrando un miglioramento di nove vittorie rispetto all’anno precedente, per raggiungere i playoff con un record di 11-5. Alcuni segni premonitori lasciano capire che Kansas City potrebbe cadere di nuovo a terra in questa stagione. I Chiefs hanno subito più perdite che guadagni nella FA e non ha affrontato la necessità di aggiungere altri obiettivi-play facendo leva su un altro anno eccezionale del loro leader-run Jamaal Charles. Il recente rilascio del cornerback Brandon Flowers indebolisce anche una secondaria che si arresa a 726 yards e sei touchdown su pass a Peyton Manning nelle due sconfitte del 2013.