NFL Week #2: New Orleans Saints @ Cleveland Browns recap

Tutto vero signori, Cleveland è riuscita a vincere la prima partita in casa della stagione contro i Saints di Drew Brees.

Che sarà una partita difficile per New Orleans lo intuisce fin dall’inizio, quando Kruger manda a terra Brees a una yard dalla loro endzone rischiando di un soffio anche la safety.

La difesa nel primo quarto gioca divinamente costringendo Brees a chiamare ben due time out e con l’attacco dei saints che chiude solo un down. L’attacco di Cleveland invece guidato dalle corse dei due rookie West e Crowell macina yards fino a mettere sul tabellone il primo TD della partita grazie a un passaggio di Hoyer a Austin che brucia in una slant il cb avversario. L’attacco viene inoltre aiutato, se così si può dire, dalla difesa avversaria che in diverse occasioni non reagisce prontamente e compie diversi falli, come l’offside compiuto su un FG sbagliato da Cundiff che gli permette di riprovarci da più vicino e stavolta di mettere la palla fra i pali.

Nel 2o quarto l’attacco dei Saints si riprende, soprattutto grazie alle corse di Ingram, e riesce per lo meno a portarsi in zona FG e a mettere i loro primi tre punti sul tabellone. Però nel loro possesso successivo Brees si fa intercettare da Gipson, il quale s’invola per 62 yard verso la endzone avversaria portando il risultato sul 16 a 3. Purtroppo il PAT non viene trasformato per una brutto snap del center, nonostante il disperato tentativo dell’holder Lanning di tentare la trasformazione da due punti con una corsa personale. Le cose sembrano in discesa per Cleveland, però la fantastica coppia Brees Graham decide di mettersi sotto e grazie anche alla prestazione di Ingram riescono allo scadere del secondo tempo a segnare un TD grazie a passaggio fra i due di 9 yard.

Graham sarà l’incubo della difesa dei Browns, anche se coperto a uomo dal cb Haden e segnerà inoltre il TD che porterà in vantaggio i Saints per la prima volta nella partita a inizio 3o quarto. Cleveland non ci sta e si riporta in vantaggio grazie a una corsa di 9 yards di West, primo TD in NFL per il ragazzo portando il risultato a 23 a 17. Ingram sembra spegnere i sogni di vittoria dei tifosi di Cleveland a sei minuti dallo scadere incorniciando la sua ottima prestazione un TD.

La partita sembra chiusa, se non fosse per Dansby chiude la porta in faccia alla possibilità ai Saints di portarsi a più quattro con un FG attraversando come se fosse burro la linea offensiva avversaria e buttando a terra Brees.

Hoyer, partendo a ridosso della sua endzone, costruisce un drive spettacolare, chiudendo anche un quarto down con una presa fondamentale del TE Barnidge. Hoyer pesca poi Austin a ridosso della linea laterale e Hawkins, completamente dimenticato dalla secondaria dei Saints e riesce a portare Cleveland in una zona comoda per il FG. Cundiff non sbaglia e porta il risultato a 26 a 23 con 3 secondi ancora da giocare.

L’ultimo tentativo dei Saints di ribaltare la partita, su uno squib kick dei Browns, viene fermato con un fumble dallo ST di Cleveland.

La difesa, nonostante aver sofferto un po’ le corse di Ingram e Graham, mette in campo una solida prestazione grazie anche alle qualità personali di Kruger e Dansby, inoltre si è anche visto un miglioramento del rookie CB Gilbert rispetto alla prima partita giocata contro gli Steelers. Ottima la prestazione della O line che apre dei varchi devastanti e concede un solo Sack agli avversari.

Hoyer mette in campo una buona prestazione, nonostante diversi passaggi imprecisi su sua stessa affermazione, facendo notare sempre una migliore intesa con i suoi ricevitori e non avendo a disposizione le sue armi migliori, Cameron fuori per infortunio e Gordon sospeso per essere stato trovato positivo alla Marijuana. I due rb rookie non stanno certo facendo rimpiangere a Pettine l’assenza di Tate correndo anche in questa partita in modo eccelso con una media di ca. 4 yards a portata.

Domenica prossima i Browns andranno ad affrontare gli avversari di Conference, i corvi di Baltimora, in casa loro.

 

-Sean De Stefano-