NFL Week #7: New York Jets @ New England Patriots recap

Bene! E anche questa volta è andata, alla Week 16 ci penseremo il 21 Dicembre quando dovremo affrontare nuovamente i Jets in casa loro al Metlife Stadium. Non preoccupatevi le polemiche non mancheranno nemmeno in quella occasione.

NEatNYJ-1    Entrambe le squadre hanno giocato senza due giocatori fondamentali (NY Jets: Dee Milliner CB e Brian Winters LG; NE Patriots: Jerod Mayo LB e Stevan Ridley RB) finiti nella Injury report dopo l’infortunio di Domenica scorsa che ha messo fine alla loro stagione. La partita possiamo dire che è stata aperta con un touchdown di Shane Vereen su un passaggio in profondità di Brady che dalle 49 yard di NY lancia verso le 10 yard per il #34 avendo visto la linea secondaria e Allen in questo caso, disinteressarsi di lui. Sette a zero per i padroni di casa. Grande gesto atletico di Vereen che si allunga per prendere il pallone arrivando in endzone sottosopra dopo la capriola aerea. Nonostante questo inizio spumeggiante di New England le due squadre in campo se la sono giocata fino alla fine la partita, sfruttando entrambe le migliori armi che avevano a disposizione. I Patriots senza Ridley hanno basato il loro gioco sui passaggi mentre i Jets sul rushing game.

NEatNYJ-2La run defense dei Patriots è stata un work-in-progress. Terribile. Nick Mangold (C) e la OL dei Jets hanno sopraffatto la DL dei Patriots, per non parlare dei linebacker che anche loro hanno lasciato molto a desiderare. Nota positiva delle prestazioni della difesa sono stati i tre sack (Hightower, Walker, Chandler Jones) su Geno Smith (QB) che dall’inizio della regular season, nelle tre partite che ha giocato, ha subito sette sack.

L’attacco Patriots, a parte i due 3 & out, ha giocato un buon football con due touchdown di Tom Brady su passaggio per Shane Vereen ed un field goal di Gostosky sul finire del secondo quarto. Il secondo touchdown di Vereen è stata la prova che potrebbe essere un valido sostituto di Ridley. Su un lancio di tre yard Shane rimane a cavallo della linea di endzone tra due uomini, ma al momento giusto riceve la palla rotolando dentro per altri sette punti. I Jets tengono testa ai Patriots grazie a Mr. Field goal Nick Folk che segna quattro field goal per un totale di dodici punti. Il secondo quarto si chiude per 17-12 per i Patriots.

NEatNYJ-3Decker è stato una componente decisiva per il touchdown segnato dai NY in apertura del secondo tempo. Nel drive che li ha portati al touchdown Decker ha lasciato indietro Revis, portando il suo attacco sulle otto yard di New England, per poi far coprire le ultime yard da Ivory che segna un touchdown saltando la montagna di uomini che si era formata ad una yard dalla endzone. Il blocco di Collins arriva troppo tardi, quando ormai il RB era già in volo verso la endzone.
Verso la fine del terzo quarto arriva il sack del rookie Casey Walker (DT) che guardandosi in giro su chi bloccare vede Smith fermo nella tasca che si sentiva pressato da entrambi i lati. Il terzo quarto si chiude quindi con un TD un fumble ed un sack per i Jets ed un field goal per New England.

In apertura dell’ultimo quarto Chandler Jones contribuisce anche lui con un sack sul QB dei Jets, che fa sembrare tutto facile grazie alla sua velocità ed alla pessima tecnica di Ferguson (OT) in quel tipo di gioco. A metà dell’ultimo quarto Amendola sfrutta al meglio l’unico lancio diretto a lui trasformandolo in un touchdown, per portare la sua squadra al risultato finale 27. Brady protetto nella tasca ha il tempo di guardare dove sono i suoi ricevitori e vedendo libero Amendola ed uno spazio per uscire lancia una palla da 19 yard dritta nelle mani del #80 già in endzone quando la riceve.
NEatNYJ-4I New York Jets fermi a 19 punti tentano di pareggiare i conti con un touchdown (Cumberland) poco prima del two minute warning fermandosi a 25.
Sull’ultima azione della partita della quale si è tanto parlato io penso che non sia stato un vero e proprio “aiuto” da parte degli arbitri, perché loro hanno agito solo per prevenire un possibile infortunio, compito che rientra tra quelli della crew arbitrale. In ogni caso, Chris Jones trova la sua redenzione nel blocco del calcio dalle 58 yard, che l’anno prima a causa di una penalità da lui commessa aveva fatto vincere i Jets.

LE PENALITÁ:

Di penalità c’è ne sono state da entrambe le parti (NYJ: 7/70; NE: 9/64) la maggior parte per holding e questo significa che bisogna migliorare la tecnica nei blocchi. Le altre penalità sono state per pass interference, e altre penalità per la maggior parte da 5 yard. Quello più “grave”, secondo il regolamento NFL, da 15 yard su Devey per Unecessary roughness a seguito della spinta a mio parere antisportiva ricevuta da Brady una volta che ormai la palla l’aveva già lanciata, è stato un “atto dovuto” da parte sua per solidarietà nei confronti del compagno di squadra.

CONCLUSIONI:

Le prestazioni dei Patriots non sono state al top anche se hanno vinto. C’è però da dire che la squadra arriva da una settimana nella quale hanno giocato due volte a distanza di pochi giorni, tra l’altro due sfide importanti essendo contro due rivali di division, i Bills per il primatoin division ed i Jets eterni rivali della AFC East. Secondo punto che ha inciso sulle prestazioni sono state anche le perdite subite nella partita precedente ed il conseguente necessario riadattamento dei vari reparti con i giocatori disponibili che si avevano a roster. Per fortuna anche i Jets non erano al massimo della loro forma avendo subito delle perdite anche loro. Il reparto più colpito dei Patriots è quello difensivo che già soffriva per non avere grandi back up quanto a linebacker e uomini di linea. Ora la difesa è affidata ad Hightower, scelto come sostiuto di Myo, Ninkovich che nelle ultime due partite ha giocato bene, a Chandler Jones quando gioca che da sempre un buon contributo ed alle prestazioni altalenanti di Darelle Revis. In attacco invece sembra che la chimica tra Brady e i suoi ricevitori sia migliorata, anche a seguito del touchdow di Amendola, le buone prestazioni di Brandon LaFell ed i due touchdown di Shane Vereen che si è meritato al 100% il posto di Ridley ora che è infortunato. Nota dolente della partita sono state le scarse prestazioni dei due top receiver Gronkowsky ed Edelman che hanno collezionato qualche drop di troppo, per due giocatori del loro calibro. Ma una cosa che ogni partita Gronkowski mette in campo e che non gli toglierà nessuno è la sua imbattibilità perché anche quando ormai è placcato è sta per raggiungere il massimo avanzamento ha sempre la forza per trascinarsi qualche yard avanti, a volte portandosi appresso anche chi lo dovrebbe bloccare. Volevo concludere l’articolo con questo video della locker room di New England dove la parola d’ordine è migliorare sempre.

http://www.patriots.com/media-center/videos/Inside-the-locker-room-with-Patriots-post-win/da702b43-6f81-4ac4-88bc-de56456543d8