NFL Week 13: Philadelphia Eagles @ Dallas Cowboys Preview

Una delle sfide più succose di questo Thanksgiving di football giocato è sicuramente quello tra Philadelphia Eagles e Dallas Cowboys. Sia per il fascino che questa sfida divisionale si porta dietro, sia per l’importanza della partita ai fini della testa della division e sia per l’impatto che questa partita potrà avere sull’ultima parte di campionato per entrambe le squadre. Gli Eagles ci arrivano dalla vittoria netta contro i Titans e con il primo posto nella division ma con la consapevozza di aver perso 3 delle 4 sfide contro le 4 squadre con potenziale da playoff del loro calendario (vittoria esterna cotro Colts, ma sconfitta contro Arizona, San Francisco e Green Bay). I Cowboys ci arrivano sull’onda dell’entusiasmo della miglior stagione della gestione Garrett ma con l’incognita di un eventuale calo di prestazioni di dicembre.

– Philadelphia Eagles Le chiavi tattiche degli Eagles riguarderanno sicuramente in prima battuta l’attacco. La squadra ha dimostrato di faticare a mettere W sul calendario quando l’attacco è stato poco efficiente. Purtroppo un infortunio alla clavicola ha privato il QB Foles dalla sfida e quindi il passing game è tutto sulle spalle di Mark Sanchez. Da quando è diventato starter a Philly sta girando con il 62.3% di completi, ovvero un bel 7.2% rispetto ai Jets, ma anche con un interception rate maggiore dei tempi di NYC. Quindi, tanto banale quanto vero, la prestazione di Sanchez sarà un grosso fattore nella partita per gli ospiti. Per fortuna la Tampa 2 dei Cowboys non genera molta puss rush quindi Sanchez non dovrebbe avere gli stessi problemi riscontrati a Green Bay, ma le due safety sempre profonde dovrebbero anche limitare le big plays tanto care a Chip Kelly.

A dare man forte a Sanchez dovrà essere un ondivago running game sopratutto nella figura di McCoy (solo 4.0 yard a portata e 2 TD nel 2014) e la coppia di TE Celek e Ertz. Il secondo ha visto calare la sua presenza in campo a favore del primo per una scarsa attitudine al run block, ma il mismatch contro i LB dei Cowboys è troppo alettante per credere che Ertz non sarà sfruttato e cercato con maggiore insistenza questa sera.

In difesa molto passerà dalla sfida tra lo scopiettante ma incostante front 7 ospite e il strepitoso reparto OL dei Cowboys. Gli Eagles sono secondi in sack ma sono numeri “gonfiati” in poche partite. Nelle partite in cui i blitz orchestrati dal DC Bill Davis non hanno sortito nessun effetto la secondaria (e con essa la difesa) è collassata. Ma Dallas ha così tante armi offensive che perdere la guerra in trincea potrebbe essere devastante.

– Dallas Cowboys Credo che in avvicinamento a questa sfida, un po’ in ogni dove, ci sia concentrati troppo sull’attacco di Chip Kelly e poco su quello dei Cowboys. Questa dovrebbe essere la classica sfida a chi fa un punto più dell’avversario, non chi ne subisce uno meno. 2 settimane fa Green Bay, come se non ce ne fosse bisogno, ha scoperchiato il vaso di pandora degli Eagles che subiscono maggiormente le squadre con una ottima offense (Green Bay e probabilmente Cowboys) rispetto a quelle con ottime difese (Arizona, nonostante la roccambolesca sconfitta). E quindi come uno specchio riflesso Dallas dovrà vincere la lotta tra le linee, come già fatto domenica scorsa contro i Giant). Philly cercherà di portare molta pressione a Romo sbilanciando la difesa. Qui un Romo che viaggia a percentuali ottime (68%, dietro solo a Manning) avrà a disposizione vari mismatch.

Witten sarà un incubo per gli ospiti. Se non basta la eccezionalità di questo giocatore basti pensare a cosa ha raccolto il modesto Walker contro i ILB Matthews e Acho settimana scorsa : 155 yard. Questo sarà sicuramente il primo mismatch da seguire ma quello tra Dez Bryant e i CB non è da trascurare. Gli Eagles vanno spesso a uomo nella secondaria – visto l’aggressività del front 7 – ma sia Williams che Fletcher stanno avendo grossi problemi. La difesa avversaria dovrà quindi almeno cercare di spezzare il ritmo avversario con qualche takeaway, qualità in cui eccellevano lo scorso anno ma che quest’anno invece latita.

Nel caso Philadelphia scegliesse un playcalling più conservativo ci sarebbe Murray a togliere pressione al gioco aereo. La linea Eagles è nona contro le corse ma la coperta delle aquile sembra comunque preoccupantemente corta.

La sfida in punti : – La sfida tra Front 7 Eagles e OL Cowboys sarà probabilmente la più grande chiave tattica della partita. – Entrambe le squadre dovranno cercare di sfruttuare il reparto TE contro cui entrambe le squadre faticano molto. – Inevitabilmente la sfida a distanza tra Sanchez e Romo.

– Manuel Tracia –

	EAGLES2014	BannerTuttoFootball BannerSpazioNFL 	COWBOYS2014