Wild Card Sunday: i Lions verso Dallas

Dopo le prime due partite di Wild Card giocate tra Arizona e Carolina (27-16) e tra Baltimora e Pittsburgh (30-17), oggi, 4 gennaio 2015, è il turno rispettivamente di Cincinnati contro Indianapolis e Detroit contro Dallas. Le due partite si svolgeranno alle 19.00 e alle 22.40, entrambe ore italiane.

I Lions si sono aggiudicati la possibilità di poter accedere alle fasi finali di questo intenso campionato NFL 2014-15 con 11 vittorie e 5 sconfitte.
Dopo un avvio di campionato modesto, però, si sono spesso trovati ad affrontare delle partite che non li avrebbero di certo dati per vincitori, poiché più di una volta, a cavallo dell’ultimo periodo di gioco, si ritrovavano ad inseguire, anche se di pochi punti. Tuttavia, hanno sempre trovato il modo di rimontare e di portarsi a casa la vittoria, come ad esempio nella partita contro i Saints, vinta per 24-23, oppure quella immediatamente successiva contro i Falcons, dove all’ultimissima azione della partita, sono riusciti, con un field goal attempt da più di 50 yard, calciato da Matt Prater per ben due volte, a causa di un delay of game, a vincere per la seconda volta di fila con un solo punto di scarto, regalando ai tifosi moltissime emozioni (e a qualcuno anche qualche infarto). Questo li rende sicuramente degli avversari tenaci che difficilmente regalano punti e partita.

Ma ora i Lions si trovano a dover affrontare una squadra come i Dallas Cowboys, che sulla carta ha molti punti a suo favore. C’è infatti chi, dopo aver visto la stagione di Detroit, darebbe per vincitrice Dallas, che si è qualificata alle Wild Card con 12 vittorie e 4 sconfitte, uscendo dall’incubo dell’8-8.

Veniamo quindi alle statistiche: Matthew Stafford ha lanciato un totale di 4257 YDS realizzando 22 TD e 12 intercetti. Tony Romo invece ha meno yard, sono infatti 3705, ma con un totale di 34 TD e 9 intercetti. Le yard corse da Joique Bell (che ha sostituito Bush in molte partite) sono “solo” 860 con 7 TD in confronto a DeMarco Murray che ne ha ben 1845 con 13 TD; ad ogni modo le yard corse da Bush sono 1006 con 4 TD. Infine Calvin Johnson ha un totale di 1492 YDS di ricezione e 12 TD, mentre l’imponente Dez Bryant ha un totale di 1320 YDS e 16 TD.

Si direbbe quindi che i Cowboys abbiano un attacco in grado di sfruttare al meglio sia la corsa sia il gioco aereo, supportato da una offensive line che quest’anno è arrivata a livelli di eccellenza grazie anche all’innesto del rookie Zack Martin, assolutamente già a suo agio nel ruolo e, soprattutto, di fianco a giocatori del calibro di Tyronn Smith, Travis Frederick, Doug Free, Ronald Leary; mentre Lions faticano un po’ di più ma riescono comunque a conquistare yard ed a mettere in difficoltà la difesa avversaria, soprattutto dopo aver sistemato il problema del kicker ed aver assunto Matt Prater, messo frettolosamente alla porta da Denver.

Per quanto riguarda la difesa di Detroit, si può affermare che il fulcro di questa sia Ndamukong Suh, defensive tackle che riesce a mettere spesso in difficoltà l’attacco avversario e che nella partita contro Green Bay ha rischiato di saltare le Wild Card per aver commesso un fallo antisportivo, schiacciando la caviglia di Aaron Rodgers a gioco fermo. La sua vittoria in appello contro la squalifica è sicuramente un problema in più, e di non poco conto per Dallas.

Le mere statistiche affermano, dunque, che i Cowboys possono considerarsi come i favoriti, anche se tutto può succedere. Non perdetevi quindi questa interessantissima partita; la vincitrice andrà ai Divisional Playoff: in caso di vittoria di Dallas, i Cowboys poi voleranno a Green Bay, mentre in caso di vittoria di Detroit, i Lions andranno sul pacifico per scontrarsi con gli attuali campioni, i Seattle Seahawks.

– Andrea Traverso –

	LIONS2014	BannerTuttoFootball BannerSpazioNFL 	COWBOYS2014