Cowboys: Garrett e Marinelli blindati

Dopo l’amara sconfitta, patita a Green Bay, in questi giorni Dallas aveva dovuto subire anche un rincorrersi di voci sul suo staff tecnico.

Oggi le voci sono state in gran parte placate:

Secondo Ian Rapoport, la firma di un contratto quinquennale da trenta milioni di dollari, ha messo fine alla situazione di free agent di Coach Jason Garrett, uscito finalmente dal loop delle stagioni 8-8 e giunto finalmente alla vittoria di division, ed ai playoff con prestazioni assolutamente degne di nota, soprattutto per un attacco bilanciato e per una linea offensiva eccellente.

Garrett in questa stagione era al suo ultimo anno di contratto, l’owner dei Cowboys, Jerry Jones, ad inizio stagione eraparso possibilista, riguardo al rinnovo, anche in caso di un nuovo record di 8-8, ma molti avevano dato per scontato che un nuovo mancato approdo ai playoff avrebbe significato la testa di Garrett. L’ex QB Coach dei Dolphins ha invece messo assieme una lusinghiera stagione da 12-4 ed i Cowboys sono apparsi concreti anche ai playoff, liberandosi nel Wild Card Game dei Detroit Lions. Appare giusto che Garrett abbia la possibilità di tentare una nuova scalata all’anello.

Infine circa un’ora fa, l’annuncio non ufficiale di un nuovo contratto anche per il prezioso Defensive Coordinator Rod Marinelli, che nelle scorse ore era stato dato in partenza per Tampa Bay. Con Marinelli la difesa, rimasta comunque un punto debole, è passata dall’essere una delle peggiori della NFL ad un più rispettabile 19mo posto, impreziosito da un top-10 contro le corse.

Rimane da convincere l’OC Bill Callahan, richiesto da Jaguars e Browns, per assestare un coaching staff che quest’anno ha lavorato in maniera eccellente. Il recupero di Sean Lee ed un draft di livello come quello realizzato nel 2014 potrà infine portare a Dallas quello che già quest’anno è mancato veramente per un soffio.