Free Agency Day #1: NFC West

Arizona Cardinals

Dopo l’accordo biennale raggiunto con Larry Fitzgerald, che a questo punto, molto probabilmente, chiuderà la carriera in Arizona, i Cardinals si sono concentrati sul reparto difensivo, rimpiazzando il partente Darnell Dockett con il DT ex Atlanta Corey Peters, messo sotto contratto per 3 anni, a 10 milioni di dollari totali; oltre a lui, hanno cercato di rinfoltire la mediana acquisendo due veterani alla ricerca di un rilancio, come Sean Weatherspoon, altro ex Falcons che fin qui non ha reso a causa di una lunga sequela di infortuni, e LaMarr Woodley, in cerca di riscatto dopo il mezzo fallimento di Oakland. Finora, comunque, il colpo migliore della franchigia di Phoenix in questa prima fase di free agency, è senza dubbio Mike Iupati, guardia offensiva che può certamente donare solidità ad una linea che ha bisogno di dare maggiore protezione al quarterback, soprattutto dopo averne persi due, nel giro di pochissime partite, per infortunio, la scorsa stagione; utile, in questo senso, più che altro per garantire una certa profondità, il rinnovo di Bradley Sowell, altro “cavallo” di ritorno al pari del DT Alameda Ta’amu, che ha prolungato con i Cards già prima della partenza ufficiale della FA. Da segnalare, infine, tra i partenti, anche Ted Ginn Jr., tornato in Carolina.

 

San Francisco 49ers

Persi Mike Iupati e Frank Gore nelle prime battute della free agency, dopo essersi già accordati in precedenza con Darnell Dockett, perno centrale della linea difensiva nel 2015, hanno chiuso con il botto la prima giornata di mercato assicurandosi il wide receiver Torrey Smith, 5 anni per 40 milioni di dollari totali, che ha salutato Baltimore la sera precedente con una lettera aperta piena di affetto sul suo profilo privato di facebook; giocatore che ha imparato a sfruttare al meglio le occasioni in cui veniva chiamato in causa da Joe Flacco, che spesso lo ignorava per partite intere, può diventare fondamentale per dare maggiore profondità al gioco dei Niners, da tempo alla ricerca di un WR veloce, in grado di scuotere le difese avversarie.
Altre entrate, minori, quelle dell’ex ricevitore dei Vikings Jerome Simpson e del interessantissimo RB Jerryd Hayne, due operazioni che hanno fatto da cornice ai tanti rinnovi dei californiani, che hanno prolungato i contratti a Aldon Smith, Craig Dahl, Blaine Gabbert, e ben tre tight end, Derek Carrier, Brent Celek e Kyle Nelson, utilizzato anche come long snapper.
Da segnalare, infine, l’addio inatteso di Patrick Willis, che chiude con il football professionistico ad appena 30 anni; per lui 950 tackles, 20.5 sacks, 16 forced fumbles, 5 fumble recuperati e 8 intercetti nel corso di una straordinaria avventura durata otto, intense, stagioni. Una splendida carriera che, indubbiamente, avrebbe meritato di essere ancora più gloriosa.

 

Seattle Seahawks

Inizio con il botto per i campioni NFC in carica, che cedono una prima scelta e il centro Max Unger a New Orleans per mettere le mani sul preziosissimo tight end Jimmy Graham, sbarcato a Seattle accompagnato da una pick di quarto round del prossimo Draft; con lui Pete Carroll, e soprattutto Russell Wilson, avranno finalmente a disposizione il target solido e fisicato che cercavano da tempo, utile a bilanciare un attacco aereo che non ha mai potuto contare su un ricevitore dominante e in grado di tenere sotto costante pressione le difese avversarie.
Graham e il rinnovo di Marshawn Lynch, 31 milioni di dollari nelle prossime 3 stagioni, sono i colpi migliori dei Seahawks, che hanno cercato di dare nuova linfa alla Legion of Boom mettendo sotto contratto due corner esperti quali Will Blackmon, ex Jaguars, e Cary Williams, ex Eagles; sempre in difesa da segnalare, poi, l’arrivo del LB Mister Alexander dai Cowboys, che va ad aggiungersi alle conferme del collega Mike Morgan e del DT Craig Scruggs, entrambi messi nuovamente sotto contratto dal team, che nelle scorse settimane ha anche rifirmato il TE Anthony McCoy.
Hanno salutato lo stato di Washington, invece, la guardia offensiva James Carpenter, il corner Byron Maxwell, e il linebacker Malcom Smith, accordatosi ieri con Oakland.

 

St.Louis Rams

Solo due movimenti in entrata per i Rams, che nel primo giorno di free agency “lavorano” esclusivamente di trade, completando prima lo scambio con Houston, una scelta 2015 in cambio del QB Case Keenum, e poi quello ben più importante, soprattutto per il futuro della franchigia allenata da Jeff Fisher, con Philadelphia, alla quale è stato spedito l’ex prima scelta Sam Bradford, più un fifth round pick, in cambio di una scelta di quarto round e del collega Nick Foles, probabilmente scaricato con troppa fretta da coach Kelly, sempre più deciso a puntare sul suo pupillo Marcus Mariota al prossimo Draft.
A St.Louis il prodotto di Arizona avrà la possibilità di dimostrare il suo reale valore, e di chiarire una volta per tutte se è stato un prodotto del sistema offensivo giocato dagli Eagles o se invece è davvero un ottimo passer, capace di districarsi anche nelle situazioni più complicate; su di lui, e intorno a lui, è probabile che in Missouri costruiscano la squadra del futuro, della quale farà parte anche Lance Kendricks, tight end che ha rinnovato per 4 anni a 16 milioni di dollari totali.
In uscita il QB veterano Shaun Hill, tornato in Minnesota, dove era iniziata la sua avventura in NFL, l’OT Mike Person e il defensive tackle Kendall Langford, uno dei punti di forza della D-line nelle ultime stagioni.
In collaborazione con FootballNation.it