Pittsburgh Steelers Free Agency Recap #1

A poco meno di una settimana dall’inizio della free agency, gli Steelers hanno potuto fare ben poco in quanto fortemente limitati da un salary cap “colmo”. L’unico pertugio per poterci dichiarare quantomeno presenti, è stato quello di cercare di operare ristrutturazioni contrattuali (Gilbert, Mitchell e in ultimo Pouncey) e tagli anticipati come quello di Keisel, per alleggerire il monte ingaggi della squadra. Ma riassumiamo nello specifico, i movimenti operati dalla società nel corso di questi caldi giorni di inizio, e come potranno cambiare gli assetti offensivi e difensivi nei vari reparti:

CESSIONI E MANCATI RINNOVI:

Brett Keisel DE – Rilascio: Nella tarda serata di apertura del mercato arriva la notizia che in tanti già si aspettavano. L’età avanzata e i continui infortuni che hanno tormentato il gigante buono nelle ultime stagioni, hanno messo nella condizione la società di non voler rinnovare il contratto al giocatore, facendolo atterrare nella free agency attuale. Un rilascio che gela gli animi dei tifosi Steelers, ma che deve essere visto come un’inevitabile necessità di un rinnovamento doveroso. Sul fronte difensivo, la perdita di Keisel, seppur dolorosa, non modifica l’assetto in depth di un reparto già in continuo fermento nel corso degli anni. Quest’anno la sua assenza ha contribuito a far esplodere la coppia di DE Cam Heyward e Stephon Tuitt, che ammireremo anche nel 2015.

Jason Worilds OLB – Ritiro: Il prematuro ritiro del 27enne è stato negli ultimi giorni sulla bocca di tutti. Ritiro giustificato dal giocatore al fine di voler portare avanti al massimo il suo impegno verso il credo. Worilds nel 2014, è stato indubbiamente il miglior difensore nel fronte a sette di Dick LeBeau e la sua presenza nel 2015 sarebbe stata fondamentale. La perdita di una pedina vitale nello scacchiere difensivo attuale del successore Keith Butler, lo costringerà probabilmente a ridisegnare il modulo, passando da un 3-4 ad un 4-3 dove la mancanza di linebacker in squadra sta diventando un vero e proprio problema. Occorrerà pertanto cercare di tappare il buco con qualche free agent o nel draft per mantenere un modulo che, difensivamente parlando, è in continua crescita di rendimento.

Brice McCain CB – Cessione: Per molti addetti ai lavori il mancato rinnovo con la conseguente cessione del cornerback ai Miami Dolphins, è stato un grosso errore da parte dello staff. Per me non è così!. Nonostante i numeri siano tutti a suo favore, chi ha seguito attentamente i match dello scorso anno non poteva fare a meno di notare come lo stesso, presentasse delle grosse lacune in ambito di copertura e sui cambi di direzione dei WR prima della ricezione. Resta chiaro che tenerlo avrebbe fatto probabilmente comodo, con una depth/backfield non composta da particolari fenomeni. La prossima settimana la società ospiterà la visita dell’ottimo Patrick Robinson, cornerback free agent uscente dai New Orleans Saints. Se non si dovesse raggiungere un accordo con quest’ultimo, mi aspetto un grosso investimento al draft tra il primo ed il secondo giro, per cercare di sistemare un reparto definito come il punto debole della squadra.

RINNOVI E ACQUISTI:

Arthur Moats OLB – Rinnovo: Rinnovo scontato, arrivato in quanto probabilmente la società era già a conoscenza del ritiro di Worilds. Il costo dell’operazione gli farà guadagnare 7.5 milioni di dollari spalmati in 3 anni. Il 27enne ex Bills ha dimostrato, nelle poche occasioni avute, di essere un pass-rushers pronto ad una maglia da titolare nel damiere di Keith Butler. Sicuramente la firma di Moats è una benedizione avvenuta nel momento migliore. Lui e Jarvis Jones sono gli unici OLB attualmente sotto contratto con la franchigia, e come detto sopra, occorrerà operare in free agency o nel draft in inserire nuovi innesti.

Matt Spaeth TE – Rinnovo: Nonostante anche per lui l’età avanzi inesorabilmente (31 anni), e l’evidente difficoltà di guadagnare yds dopo la ricezione gli stia diventando sempre più complessa, la società in lui ha identificato la valida alternativa di Heath Miller in depth. Il veterano dopo una breve parentesi non felice di due anni tra le file dei Bears, ritorna nel 2013 a Pittsburgh, ma le occasioni di mettersi in mostra e dimostrare il suo valore sono sempre ben poche. Sempre in ambito TE, note incoraggianti arrivano dal giovane Rob Blanchflower che ha militato tra le file della pratice squad ed è pronto, secondo gli esperti, a fare il salto di qualità.

Ben Roethlisberger QB – Rinnovo: E’ di venerdì la notizia con la quale la società ha trovato un accodo di 5 anni a 99 milioni di dollari (108 con bonus), che lega il franchise QB fino alla probabile conclusione della sua carriera da professionista, nel 2019 con 37 anni compiuti. Lui stesso ha voluto rimarcare quanto significhi per lui la società, i coach, i compagni e la dirigenza, definendoli come una famiglia. Un rinnovo importante in casa Steelers, dichiarato sin da subito da Rooney, come priorità principale di questa finestra di mercato. Ben è stato autore di un 2014 da assoluto protagonista stracciando tutti i suoi record personali (4952 YDs lanciate con successo, 408/608 sul passaggio, 32 TD e 9 intercetti); la sua migliore performance da professionista, che all’età di 32 anni ha mostrato la freddezza e la lucidità di un ragazzino. Ammireremo ancora molti anni quindi i lanci e le big play che ci ha regalato nel corso degli anni.

Tajh Boyd QB – Acquisto: Contratto di un anno per il quarterback proveniente da Clemson. Boyd fu selezionato dai Jets al sesto giro nel draft dello scorso anno, quando secondo gli analisti, doveva essere scelto nei primi due round. Fu messo ai margini dal team per dare fiducia a Geno Smith, fino a ricevere il taglio prematuro prima dell’inizio della preseason. Piccolo quarterback dal baricentro basso e dalla incredibile rapidità, che hanno fatto parlare bene di lui nelle giovanili. Possiamo definirla una mossa inutile della società se vogliamo, ma se consideriamo le alternative in backup (Gradkowski e Jones), la decisione ci sembrerà quantomeno logica.

DeAngelo Williams RB – Acquisto: Nulla togliendo al rinnovo di Ben, questa è la vera notizia di mercato. La società, tramite l’incontro di Venerdì tenuto tra il giocatore e staff, ha comunicato di aver trovato un accordo con l’ex RB Carolina Panthers. Il giocatore si accomoda tra le file degli Steelers dove andrà a dare fiato e compensare il lavoro di corse di Le’Veon Bell. Il 2014 per lui è stato un anno complesso sotto tanti punti di vista, sia personali fuori dal rettangolo verde, che fisici con l’infortunio al ginocchio che gli ha fatto perdere parte della stagione ed il posto da titolare ai danni di Stewart. Ma in lui c’è una sfrenata voglia di rivalsa, di mettersi ancora in gioco nonostante sia prossimo ai 32 anni. Oltre al sicuro utilizzo nei primi 2/4 match stagioni per la squalifica di Bell, il suo impiego sarà finalizzato principalmente ai terzi down, dove si cercherà di dare un’alternativa alla manovra e sulla linea di scrimmage.

Questo è il riassunto delle prime mosse messe a segno dalla società dall’inizio del mercato. Un mercato per ora abbastanza sterile ma effettuato come sempre con oculatezza, intento ad agire principalmente con azioni di tappa buchi dove necessario, senza dover sconvolgere l’entità di una squadra la cui quadratura sempre essere sempre più delineata.

 

– Fabio Grechi –