NFL Draft 2015: Miami Dolphins Update – Round 1

E’ arrivato il grande giorno!

Col 14° Overall i Miami Dolphins selezionano DeVante Parker, WR, Louisville.

Dopo la scelta dei St. Louis Rams, che con il 10° Overall optano per la star Todd Gurley, lasciando i sottoscritti visibilmente delusi, i Miami Dolphins si saranno sentiti molto fortunati nel leggere il nome del WR ancora disponibile sulla propria Draft Board, perché dopo il “Caso La’el Collins”, se anche DeVante Parker fosse stato chiamato prima, si sarebbero, con tutta probabilità, ritrovati senza un vero piano di riserva, un 14° Pick e poco su cui investirlo.
Sarebbe stato inoltre difficile, per lo stesso motivo, trovare un partner per un Trade Down, essendo già stati selezionati tutti i giocatori (Marcus Mariota, Todd Gurley, Brandon Scherff, Ereck Flowers) in grado di fare “leva” sulle squadre con i picks successivi.

Invece la fortuna ha sorriso ai ‘Fins e gli ultimi due ostacoli che li separavano da DeVante Parker hanno deciso di puntare altrove: i Minnesota Vikings su Trae Waynes, scelta probabilmente influenzata dalla recente acquisizione dell’Ex-Dolphins Mike Wallace, e i Cleveland Browns su Danny Shelton.
Per stessa ammissione del Proprietario Steve Ross, presente nella War Room, ci sono stati molti “High Five” fra i piani alti della Squadra quando hanno realizzato di poter portare in South Florida il talento del giovane WR.
Nello stesso istante, il telefono ha iniziato a squillare incessantemente con varie proposte di Trades, ma come ha affermato il GM Dennis Hickey: “Quando arriva il giocatore che vuoi, lo prendi”.

Si completa così la revisione del Parco Ricevitori dei Miami Dolphins, che si presenta sulla carta zeppo di giovanissimi talenti. Jarvis Landry (22), Kenny Stills (23) Rishard Matthews (25) e il nuovo arrivato DeVante Parker (22) saranno guidati dall’esperienza di Greg Jennings (31). Gli ultimi due saranno, con tutta probabilità, coloro i quali lotteranno per gli snaps del 3° Spot, quantomeno inizialmente: dopo un processo di acclimatazione ai ritmi e alla fisicità dell’NFL, che si spera avvenga il più rapidamente possibile, DeVante Parker dovrà meritarsi il ruolo di indiscusso Full-Time Starter.

Sarà sicuramente immediato, invece, l’impatto in Red Zone. Le sue misure (6’3” ; 209 lb), associate all’eccellente controllo del corpo, all’ottima elevazione e all’incredibile concentrazione mantenuta durante la catch, lo rendono perfetto per le “Jump-Ball”, dove il QB lancia in alto la palla e lascia che sia il suo WR a vincere lo scontro diretto con il CB avversario e portare a casa il TD, cosa che nessuno dei Ricevitori presenti nel Roster della precedente Stagione era in grado di fare. Tale mancanza è stata terribilmente evidente l’anno scorso e spiega in parte la scarsa efficienza dei ‘Fins.

Con soli tre drops negli ultimi due anni di carriera universitaria vantati dal nuovo membro del Team, ora Ryan Tannehill è letteralmente circondato di mani sicure in grado di portare le famosissime Yards After Catch, così fondamentali nel sistema di passaggi medio/corti in cui il giovane QB eccelle: in altre parole sono finite le scuse, e non a caso al Quartier Generale ha deciso di esercitare il Fifth-Year Option su Ryan Tannehill prima di prendere in considerazione il “matrimonio”.

Vedremo come andrà a finire!

PER IL 2° E 3° ROUND CLICCA QUI

PER IL 4°, 5°, 6° E 7° ROUND CLICCA QUI

Mattia Cabianca e Luca Contu

 

Passa a: NFL Draft 2015: Miami Dolphins Update – Round 2 e 3 ; NFL Draft 2015: Miami Dolphins Update – Round 4, 5, 6 e 7