NFL Draft 2015: Ereck Flowers ai Giants

E la prima, magica serata del Draft NFL 2015 si è conclusa. Serata che regala senza dubbio molte emozioni, speranze e gioie, e ai New York Giants cosa ha regalato?

Jerry Reese nelle vesti di Babbo Natale ha potuto usufruire della prima pick in top 10 (numero 9) sin da quando è diventato General Manager dei Giganti nell’ormai lontano 2007. E proprio con questa buona posizione ha scelto il colossale Offensive Lineman, Ereck Flowers da Miami.  Lasciatemelo dire, un vero e proprio gigante che andrà a rinforzare la linea offensiva dei Giants, 6’6’’ di altezza e 329 libbre di peso, ha tutte le potenzialità e le dimensioni per diventare un giorno il sostituto naturale di Beatty a sinistra, al momento però mi azzardo a prevedere che giocherà RT spostando Pugh a guardia. Molto atletico, buone mani con ampia estensione delle braccia e forza bruta, un mix interessante che potrebbero andare a migliorare il run blocking dei big blue.

Arriva nei professionisti con una buona tecnica di base ed un fisico che lo rendono “NFL ready”, ha problemi di equilibrio in quanto ancora non riesce a bilanciare bene il proprio peso sulle gambe, non sfrutta al massimo la sua forza quando colpisce con le sue manone e spesso non pianta a terra i piedi ben distesi contribuendo a perdere l’equilibrio.  Qualche piccolo accorgimento con Pat Flaherty, OL Giants coach, e sono sicuro che  Jennings e Vereen potranno godere dei suoi blocchi mentre Eli avrà secondi preziosi per effettuare il lancio.

Difficilmente un Offensive Lineman è un playmaker, e ad essere sinceri il nome di Flowers non è esaltante come i vari Mariota e Winston ma va a coprire una need molto importante, con una offensive line solida il l’attacco ed in particolare il gioco sulle corse ne trarranno vantaggio. Non mancavano le alternative a Flowers, solo Scherff è stato selezionato alla numero cinque dai Redskins che avevano il nostro stesso bisogno ma erano disponibili anche Andrus Peat, poi scelto alla pick 13 dai Saints (perché?!), La’el Collins, Cedric Ogbuehi (finito ai Bengals alla 21) e Jake Fisher solo per nominarne alcuni, insomma una class molto ben fornita quest’anno.   Personalmente ritengo Flowers l’uomo adatto al nostro progetto, ho fiducia nelle doti di scout da parte di Reese e Peat non mi convince appieno, andato Scherff restava appunto Flowers come best player della classe, nfl.com ha valutato la pick con un rating di 6.15 che tradotto vorrebbe dire instant starter già dalla week 1.

Ho un buona sensazione con questo giocatore, ai Giants non serviva un Williams o un Cooper, serviva ciò che è arrivato. La First Pick è troppo poco per giudicare il draft nel suo complesso, spesso è proprio con le chiamate inferiori che si trovano sorprese interessanti, giusto per fare un esempio Beatty, citato sopra, non fu scelto al primo giorno e Cruz nel 2010 addirittura non fu scelto e finì undrafted free agent. Prima di potermi esprimere ulteriormente aspetto almeno la 40 pick assoluta che spero porterà qualche elemento alla secondaria difensiva (coffCollinscoff), magari sotto forma di Safety o Corner back. E come sempre Go Big Blue !