Chargers: nuova proposta di stadio da San Diego

Tenersi stretta una franchigia NFL non è facile, specialmente sulla costa pacifica dove le sirene di Los Angeles si fanno sempre più suadenti. Nella speranza di convincere i Chargers a rimanere nella ridente San Diego, ieri è stato disvelato un piano finanziario per la costruzione di un nuovo stadio per la NFL da 1,1 miliardi di dollari che impegnerà pesantemente anche la municipalità californiana guidata dal sindaco Kevin Faulconer, ma senza aumento delle tasse.

Il piano dovrebbe suddividere così i costi:
– 300 milioni dai Chargers
– 200 milioni di dollari dalla NFL
– 173 milioni in obbligazioni emesse per finanziare la costruzione
– 121 milioni dalla città di San Diego
– 121 milioni dalla contea di San Diego.

Rendering of proposed Los Angeles NFL stadium for the San Diego Chargers and the Oakland Raiders in Carson, Calif.
L’impianto progettato per Carson

Inoltre, 225 milioni di dollari arriverebbero dalla vendita del lotto di 75 ettari a Mission Valley, su cui sorge l’attuale impianto dei Chargers, il Qualcomm Stadium. La commissione ha inoltre stimato un ricavo di circa 100 milioni dalla vendita di abbonamenti, biglietti e parcheggi. Lo stadio inoltre dovrebbe ospitare i San Diego State Aztecs, e l’Holiday ed il Poinsettia Bowl.

L’ex sindaco Jerry Sanders, ora presidente della Camera Regionale di Commercio di San Diego, ha chiamato il piano “un lavoro notevole” fatto “sotto intensa pressione e con una scadenza stretta“, ed ha aggiunto: “Ora è il momento di sostenere il nostro sindaco e la contea nei loro negoziati con i Chargers”

Faulconer ed il supervisore nominato dalla contea, Ron Roberts, hanno incontrato recentemente Spanos, presidente dei Chargers per informarlo sui contorni della proposta di finanziamento, la franchigia sarà chiamata, in caso di approvazione, ad un onere non indifferente, oltre ai 300 milioni iniziali, un affitto da un milione di dollari a gara. Sia Spanos che il portavoce dei Chargers, Mark Fabiani, sono rimasti molto abbottonati nelle dichiarazioni, pur lodando i buoni intenti.

North Bowl
Il progetto dell’impianto di Inglewood

L’intensa pressione menzionata da Sanders è stata provocata da due proposte di stadio provenienti dalla sopra menzionata Los Angeles, uno a Inglewood dal proprietario dei St. Louis Rams e un piano annunciato da Chargers e Oakland Raiders per costruire una sede congiunta a Carson City.

La questione stadio sembra quindi lungi dall’essere risolta: il comitato aveva proposto il lotto a Mission Valley per la costruzione del nuovo impianto, i Chargers avrebbero volentieri accettato un impianto vicino al centro congressi, praticamente sul lungomare. Peraltro questo nuovo progetto sarà sottoposto ad una votazione pubblica, che potrebbe essere la rovina del piano.