Projected starter 2015: Miami Dolphins

Gli Insiders NFL, pur con qualche imperfezione, hanno fatto un buon lavoro nell’ipotizzare quella che sarà la rosa dei titolari dei Miami Dolphins per la prossima stagione.

OFFENSE

QB: Ryan Tannehill

Scelta facile e che non possiamo non condividere. Fresco di un rinnovo fortemente “team-friendly”, Tannehill ha cementato il suo ruolo di QB titolare per almeno le prossime due stagioni e ad un prezzo ragionevole. Qualora la produttività del giovane quarterback dovesse continuare a salire il contratto sarebbe indubbiamente a favore dei Miami Dolphins.

RB: Lamar Miller

Altra scelta facile, con cui concordiamo. Bravi gli insider a non cadere nel potenziale tranello di inserire Jay Ajay come starter: attualmente si trova infatti in 3a posizione in depth chart, dietro Miller ed il solido Damien Williams. Durante i primi OTAs Ajay ha mostrato un po’ di incertezza nel colpire con violenza la traccia della corsa, perdendo tempo a “danzare” indeciso dietro gli uomini di linea. É comunque un errore correggibile considerate le sole due settimane di allenamento NFL del giovane RB.

WR: Jarvis Landry – DeVante Parker – Kenny Stills

Scenario decisamente più intrigante e di difficile interpretazione. Qualche settimana fa avremmo inserito il veterano Jennings al posto di Parker, nella speranza che i coach non si facessero influenzare dal “draft status” del ragazzo e gli facessero guadagnare il posto da starter. Per fortuna dei Dolphins e dei suoi tifosi è proprio quello che ha iniziato a fare già dalle prime settimane degli OTAs, risultando spesso fra i top performers dei vari allenamenti. Mentre quindi le prime 3 posizioni sono ben stabilite, rimane interessante – e misterioso – chi l’OC deciderà di schierare nei “2-WR sets”. Terranno fuori il 1° pick Parker? Oppure Landry, il WR più efficiente della squadra e che per giunta chiede un ruolo più ampio all’interno dell’Offence? Rinunceranno alla velocità di Stills, in grado di imprimere una profondità diversa agli schemi offensivi e che i primi due non possono garantire? Ai posteri l’ardua sentenza.. ogni caso sono dubbi “buoni”, che ci fanno piacere e che offrono plasticità su cui la mente di Lazor può lavorare.

TE: Jordan Cameron

Altra scelta facile, anche se è molto probabile che Cameron lasci il posto a Sims, una TE più classica, nelle azioni di corsa. Da notare che i Dolphins amano giocare con “2-TE sets”: sarà interessante vedere in campo le due tight-end contemporaneamente.
MOLTO interessante la recente scalata della depth chart di Tim Semisch: gigante di 23 anni, 6.8″ per 267 libbre, che dopo essersi messo in luce durante il rookie minicamp tanto da firmare un contratto, continua ad incasellare performance molto convincenti nei recenti allenamenti.

LT: Branden Albert

Speriamo che l’NFL abbia ragione, con tutto il cuore. L’unico ostacolo per l’indiscusso detentore del ruolo di LT titolare, è la velocità di rehab del suo ginocchio. Lui afferma di essere ad ottimo punto, anche se non ha partecipato agli OTAs e il suo incedere è ancora incerto. I Dolphins sembrano comunque ottimisti, ed è intrigante il fatto che non stiano usando James come LT titolare durante gli allenamenti ma il backup Fox.

LG : Dallas Thomas

Primo errore: il rookie Jamil Douglas è attualmente backup di Thomas, LG titolare durante il corso di tutti gli OTAs.
Certo è che Thomas è noto per la sua abilità nel perdere il ruolo di starter (4 volte in due anni), ma in sua difesa si può dire che è stato continuamente spostato nei vari spot della OL, anche quando stava giocando a livelli accettabili nel ruolo di RG. In tale ruolo infatti non aveva concesso nemmeno un sack, a differenza dei 7 ceduti durante la sua permanenza nel ruolo di RT.

C: Mike Pouncey

Ovviamente. Nuovo contratto, torna al timone della OL, una delle poche certezze del suo reparto.

RG: Billy Turner

Titolare annunciato dalla fine dello scorso anno. Durante i recenti allenamenti ha avuto difficoltà nel bloccare Suh, come è giusto che sia: considerato lo stipendio di Suh, saremmo allarmati del contario.

RT: Ja’Wuan James

Dopo una rookie season segnata da alti (prime partite nel ruolo di RT) e bassi (partite giocate da LT starter dopo l’infortunio di Albert) torna nel suo ruolo iniziale, sperando che la qualità di gioco continui a migliorare.

DEFENSE

DE: Cameron Wake – Olivier Vernon

Scelta semplice. Una star in declino ed una in ascesa. Per motivi opposti potrebbe essere l’ultimo anno per entrambi.. ma per adesso ci sono e ce li godiamo.

DT: Ndamukong Suh – Earl Mitchell

Su Suh c’è poco – nulla – da dire. Mitchell è in una posizione più delicata invece: sicuramente inizierà la stagione come starter, ma non ci sorprenderebbe vedere i suoi snap ridursi progressivamente a favore di Phillips, che continua a dimostrarsi prorompente negli allenamenti. Il suo problema è il grado di resistenza fisica, che dovrebbe comunque migliorare col tempo.

OLB: Jelani Jenkins – Chris McCain

Errore notevole da parte dei giornalisti NFL: oltre a Jenkins, forse la più piacevole sorpresa della difesa del 2014, il secondo OLB titolare è senza dubbio Chris McCain. Riuscendo a brillare nelle poche occasioni offerte durante la stagione passata infatti (il nostro DC Coyle è piuttosto riluttante nel concedere molti snaps ai rookie), si è guadagnato il ruolo da titolare.

MLB: Koa Misi

Il centro dell’unità LB rimane quello della stagione 2014. Attenzione a Sheppard, MLB backup, che sta giocando molto bene negli ultimi allenamenti: è improbabile che “batta” Misi (un pupillo di Philbin) ma potrebbe guadagnarsi il ruolo di MLB starter e far tornare Misi nel ruolo di OLB, a lui più congeniale. In ogni caso Misi è un giocatore che ci ha abituato a infortuni lievi ma frequenti, ed un buon MLB di riserva sarà vitale. L’ultimo spot disponibile sarà occupato da uno dei tre UDFA Hull, Vigil e Luc: ruscirà a convincere il coaching staff colui che presenterà il miglior mix fra potenziale in difesa e produttività nello special team.

CB: Brent Grimes – Jamar Taylor

Taylor sembra essere tornato in grande spolvero, riprendendo con il gioco istintivo e fisico che aveva mostrato prima dell’infortunio. L’unico problema per il giovane CB è quello di riuscire a rimanere in campo.
Grimes, similmente a Wake, è un Pro Bowler che ha scollinato i 30 anni. Il suo ruolo di starter non è assolutamente in dubbio, ma l’età potrebbe rendere necessario qualche “pit-stop” per infortunio. Il suo potenziale sostituto rappresenta una notevole incognita. I Dolphins hanno molti CB in lotta per il 3° spot in depth chart: per adesso il favorito sembra essere Brice McCain, cornerback veterano acquistato qualche mese fa. Cercheranno di spodestarlo il veterano Bowman ed i giovani Bobby McCain, Davis (non appena si riprenderà dall’infortunio) e Lippett. Proprio quest’ultimo, WR convertito a CB, sta attirando l’attenzione dello staff grazie alle sue mani educate; 3 INT nell’ultimo allenamento sono un buon biglietto da visita.

S: Reshad Jones – Louis Delmas

L’accoppiata di safeties del 2014 è confermata e il rehab di Delmas sembra procedere a gonfie vele. Nel caso non fosse comunque pronto per la week 1 il suo “backup-titolare” potrebbe essere Micheal Thomas. Nel corso degli ultimi OTAs Aikens ha giocato come SS backup. Chiudono la depth chart Jones ed il nuovo arrivato Thompson, entrambi ricchi di potenziale ed in grado di portare qualità immediata al gioco dello special team.

Miami Dolphins

Offense Defense
QB Ryan Tannehill DE Cameron Wake
RB Lamar Miller DT Ndamukong Suh
WR1 Jarvis Landry DT Earl Mitchell
WR2 DeVante Parker DE Olivier Vernon
WR3 Kenny Stills OLB Jelani Jenkins
TE1 Jordan Cameron ILB Koa Misi
LT Branden Albert OLB Chris McCain
G Dallas Thomas CB1 Brent Grimes
C Mike Pouncey CB2 Jamar Taylor
G Billy Turner SS Reshad Jones
RT Ju’Wauan James FS Louis Delmas