Nubi sull’orizzonte NFL

Nuove ed oscure nubi si addensano sulla NFL di Goodell. Nei prossimi mesi diverse cause potrebbero minare la Lega di football più prestigiosa del pianeta, in nome del politically correct.

Come sapete, è di questi giorni una notizia che vorrebbe anche i Saints nei guai con il proprio nome, reo di favorire la religione cristiana rispetto alle altre, ma il peggio deve ancora venire. La prima causa arriverà dalla International Feline League (la lega in difesa dei felini) che ha formalmente chiesto che i nomi di belve così nobili come Giaguari, Pantere, Tigri del Bengala e Leoni non vengano più associate a franchige così male in arnese come Jacksonville, Carolina, Cincinnati e Detroit. La comunità bengalese dell’Ohio farà causa direttamente ad Andy Dalton per “vilipendio”. Nello stesso tempo il WWF da tempo chiede che vengano liberati dall’oneroso compito di rappresentare deprimenti squadre sia i Delfini che i Mufloni, che gli Orsi, con questi ultimi plantigradi di cui si è fatto portavoce Yogi.

Una delegazione di pirati somali ha chiesto formalmente di accedere al 35% dei proventi del merchandising di Raiders e Buccaneers, adducendo come motivazione che sono gli eredi diretti di corsari e bucanieri di qualche secolo fa. Le Labor Union hanno chiesto l’intervento del giudice federale per cambiare nome a Packers e Steelers in rispettivamente Senior Market Analists e Social Networking Administrators, per tenere il passo coi tempi.

I Minnesota Vikings saranno costretti a rivedere il loro logo con il vichingo baffone, biondo trecciuto e dall’elmo bicornuto, perchè troppo stereotipato: il vichingo diventerà castano, con la barba da hipster ed i rasta. L’associazione dei costruttori aerospaziali ststunitensi ha chiesto formalmente che i New York Jets vengano rinominati New York Scooters.

Colts, Texans, 49ers e Cowboys saranno trascinati in tribunale dai nativi, perchè i loro nomi ricordano la corsa al west che ha mietuto enormi quantità di vittime tra i già residenti. I Colts abbandoneranno ogni riferimento alle armi preferendo qualcosa tipo Lollipops. Non parliamo dei Buffalo Bills, per cui l’Associazione per la Protezione del Bufalo Americano ha chiesto di ottenere la proprietà della franchigia e la ridenominazione in Happy Buffaloes.

La lega protezione uccelli americana conta di incassare vagonate di dollari per una causa che vede coinvolte Cardinals, Seahawk, Eagles, Falcons, Ravens per aver utilizzato il nome dei suddetti volatili senza averlo chiesto esplicitamente. Mentre la comunità greco-americana ha fatto sapere che chiederà la rimozione immediata dell’appellativo Titans dalla franchigia di Tennessee e Giants da quella di New York perchè “enormemente svilente nei confronti della nostra mitologia classica”.

La potentissima Lobby dei giudici di sinistra sta per intentare causa ai New England Patriots per costringere la franchigia a cambiare il loro in un afghano col turbante, ed il nome in Mujaehiddines.

Per i Brows la sorte sarà orribile: verranno lasciati così come sono.