James Jones ai New York Giants

Aspettando il football giocato non possiamo che accontentarci delle prime immagini dei training camp, dove rookies e pros hanno iniziato a entrare nei meccanismi dei vari team.
E mentre iniziano i primi allenamenti, la Free Agency si fa più calda che mai, infatti è fresca la notizia di James Jones, Wide Receiver (former San Josè Spartans), in arrivo con un contratto annuale ai New York Giants.
In una FA ricca di elementi destabilizzanti per lo spogliatoio (vedere caso Galette) posso solo sorridere all’arrivo di un veterano con la testa sulle spalle e con un buon curriculum a parlare al suo posto.
Jones non è più un ragazzino, ha trentuno anni e questa sarà la sua nona stagione fra i professionisti, vanta un Superbowl vinto con i Green Bay Packers, franchigia per la quale ha giocato sette stagioni, e approda nella Grande Mela passando dai Raiders.
JJ a New York ritrova Ben McAdoo come Offensive Coordinator, suo vecchio OC ai tempi di Green Bay con la quale nel 2012 produsse il suo massimo in carriera 784 yards per 14 touchdowns, quasi sicuramente questo vecchio legame avrà contribuito nella scelta finale del veterano. Ovviamente con l’età la produzione in termini di yards e tds è diminuita fino alle 666 yards e ai 6 tds della scorsa stagione trascorsa ad Oakland mentre aumentano i fumble (da cineteca del fail il doppio fumble sulla stessa giocata contro i Texans), ma può ancora tornare utile e diventare uno sbocco interessante per il braccio di Eli Manning.
Pur non essendo mai stato un top WR, Jones è giocatore interessante che nel wide open e nello slot sa fare bene e forte della sua esperienza potrà insegnare qualcosa ai più giovani andando a rinfoltire la non sguarnita depth chart dei Giants.

Arrivo quindi alla domanda centrale su questa operazione conclusa dal General Manager Jerry Reese, ritengo l’arrivo di Jones una buona mossa per la franchigia ?
Ni.

La risposta dal mio punto di vista non può essere che questa, Jones è un discreto wide receiver i non uno dei migliori ma buono e sopratutto sano ed è un dato da non sottovalutare data la condizione del parco ricevitori dei Giganti. Attualmente Manning può contare su Odell Beckham Junior come Wr1, Victor Cruz come Wr2 e Jones andrà a contendere il posto a Ruben Randle come Wr3 sempre che Cruz, reduce da una stiratura del tendine d’Achille, resti sano; JJ quindi nelle gerarchie sicuramente si piazza davanti allo specialista dei ritorni Dwayne Harris e al giovane Corey Washington andando ad arrichiere un già buon gruppo e portando esperienza.
Pur ritenendolo una buona pick per la franchigia rimangono dei dubbi sulla sua acquisizione, perché prendere un ricevitore seppure utile alla causa, quando la Offensive Line reduce dell’infortunato Will Beatty è traballante e dovrà affidarsi al rookie Ereck Flowers?
Se dovesse arrivare un altro uomo di linea a rafforzare la precaria O-line dei Gmen potrei ritenermi completamente soddisfatto della free agency ma se le operazioni in entrata si dovessero fermare con l’arrivo di Jones allora i tifosi dei Giganti dovranno allacciare le cinture perché saranno previste turbolenze nella pocket.
Ho fiducia nella gestione della squadra,  attualmente è disponibile Jake Long, un giocatore portentoso nel fiore della sua gioventù ma reduce da una duplice rottura del crociato anteriore che ha portato molti addetti ai lavori ad etichettarlo come bollito. Magari ai Giants non può puntare ad essere starter ma potrebbe, con la sua esperienza, insegnare al giovane Flowers l’arduo mestiere del proteggere il Blind Side.