Preseason Week 1: Kansas City Chiefs @ Arizona Cardinals – I Cardinals da tenere d’occhio

Ci siamo, l’attesa è finita, dopo 222 giorni si ritorna in campo.
Nella notte fra sabato e domenica (4.00 CET) si giocherà Kansas City Chiefs @ Arizona Cardinals, valevole per la prima giornata di preseason 2015. Qui di seguito troverete un elenco dei giocatori da seguire con maggiore attenzione durante la partita.

Carson Palmer: dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori tutta la seconda metà della passata stagione, Palmer è chiamato a verificare la tenuta del suo ginocchio. Il TC ce l’ha mostrato pimpante e in forma, ma tutti sappiamo che una partita vera, seppure falsata dal nome preseason, ha ritmi e contrasti ben superiori al Training Camp dove (per legge) i tuoi compagni di squadra non ti possono neanche sfiorare –> Chiedere a Geno Smith.

Dj Humpries: la prima scelta del 2015, fra alti e bassi, sta proseguendo il Training Camp. I coach lo elogiano per la tecnica e lo sgridano per la pigrizia con la quale scende in campo; il fatto che dall’inizio del TC, guai fisici a parte, sia sempre stato schierato nel second team ne è la probabile spiegazione. Da Humpries ci si aspetta: concentrazione, tenuta fisica e soprattutto maturità mentale, quella che ti serve per non abbatterti dopo un “pancake”.

Darren Fells: 29 anni ex cestista all’University of California, Irvine. Undrafted al draft NBA del 2008, fratello di Daniel Fells TE dei Giants, convertitosi al football nel 2013 dapprima con i Seahawks e poi con i Cardinals. Nel 2014 ha giocato 10 partite (5 da starter) per lo più da TE blocker, ha messo a segno il suo primo TD durante le wild card contro Carolina. Da tenere d’occhio soprattutto dopo le dichiarazioni dei coach durante il TC, pare che Fells stia migliorando giorno dopo giorno, potrebbe rivelarsi una pedina utilissima nello scacchiere di Arians.

Tyrann Mathieu: dopo un 2013 sugli scudi, il 2014 è stato, per il forte DB di LSU, un anno di transizione. L’infortunio al ginocchio rimediato a dicembre 2013 l’ha parecchio condizionato durante il 2014, la paura di non poter andare full speed e un ulteriore infortunio alla mano destra hanno trasformato Tyrann nell’ombra di se stesso. Il 2015 si è aperto con prestazioni da urlo al TC, che se confermate durante la RS, riporteranno il nostro pupillo ai fasti ai quali ci ha da sempre abituato.

Patrick Peterson: Sarà veramente sotto controllo il suo diabete? No, scherzi a parte, ci eravamo già preparati a vederlo fare l’insulina in campo, ma a quanto pare non sarà così. Stando a una sua dichiarazione di qualche settimana fa è “diabet free” da una forma di tipo 2, dovrà comunque seguire una dieta particolare e stare attento ai donuts troppo calorici (pena il taglio della gamba).
Che sia stato il diabete la causa delle sue prestazioni “pessime” del 2014? Non lo sappiamo con certezza, sappiamo solamente che adesso è decisamente più asciutto e tirato dello scorso anno e che le prestazioni offerte al TC sono quelle che per lui dovrebbero essere classificate come “normale amministrazione”. Staremo a vedere.