San Francisco 49ers @ Pittsburgh Steelers

Domenica sera (ore 19.00 locali) andrà in scena all’Heinz Field di Pittsburgh, il match tra i San Francisco 49ers ed i Pittsburgh Steelers, avvolto tra le numerose incertezze che hanno contraddistinto l’offseason delle due franchigie. Gli Addii anticipati, i tagli e i veterani che hanno appeso il casco ed il paraspalle al chiodo, obbligano le compagini ad affrontare partita per partita, cercando di scorgere i lati positivi mettendo le basi per il futuro. L’ultima volta che gli Steelers ed i 49ers si sono affrontati, è stato in un Monday Night precisamente il 19 Dicembre 2011, conclusosi con la vittoria della squadra della baia per 20 a 3 al Candlestick Park. Molto poco è rimasto del roster dei Niners della partita di allora. San Francisco ha un nuovo coaching-staff, un nuovo stadio, ma soprattutto un nuovo, nutrito, gruppo di giocatori. Aver giocato il lunedì notte pone i 49ers in una situazione di svantaggio sul recupero delle forze fisiche rispetto agli Steelers, che hanno affrontato i campioni in carica il 10 di settembre. Tuttavia San Francisco può, d’altro canto, cavalcare l’onda della promettente vittoria contro i Vikings. Anzitutto coach Tomsula dovrà sperare in un’altra grande notte di Carlos Hyde, che oltre a completare due touchdown, è riuscito a correre 6.5 yard per carry, sottolineando una delle grandi vittorie dell’HC nella week 1; la linea offensiva. Quest’ultima ha inoltre protetto molto bene la tasca di Colin Kaepernick, che ha subito un solo sack. I numeri del quarterback sono stati discreti, finendo il debut match con un 17-26 per 165 yard, senza però completare nessuna segnatura da sei punti. Anche difensivamente le cose sono andate molto bene per la franchigia californiana, con il front seven che ha limitato Adrian Paterson a solo 31 yard  e con Teddy Bridgewater caduto a terra per ben 5 volte. Ci sono state tuttavia delle zone d’ombra: lo special team ha giocato male, soprattutto a inizio gara. Domani dovrà esserci più attenzione dal reparto cercando di evitare quanto successo contro i Vikings, con il field goal bloccato ai danni di Phil Dawson e soprattutto ci si aspetta un miglioramento da Jarryd Hayne, in difficoltà al suo debutto in NFL.

Per i padroni di casa il discorso è differente. Può sembrare frettoloso pensarlo già ora, ma gli Steelers arrivano all’appuntamento di Domenica con la consapevolezza che una sconfitta farebbe entrare la squadra in uno stato di sconforto difficile da ribaltare. Le molte aspettative da parte del team ma soprattutto dei tifosi, hanno caratterizzato l’offeseason appena conclusa, convinti di poter rivedere il loro team giocarsi i match che contano come un tempo. Tra i punti forti su cui il team potrà contare Domenica sera, non si può non evidenziare il reparto offensivo con Big Ben Roethlisberger a capo, chiamato agli straordinari per cercare di smuovere la manovra orfana, ancora una volta, di Le’Veon Bell e Martavis Bryant per i motivi già noti. Nonostante abbia lanciato 351 yds su passaggio (26/38) con un TD e un intercetto Giovedì notte, il talento ex Miami (Ohio), è apparso piuttosto compassato dove gli unici lampi sono arrivati a partita ormai conclusa. Altro fattore determinante in forza ai giallo-neri, sarà DeAngelo Williams, sempre più protagonista e a suo agio negli schemi offensivi di Todd Haley. L’ottima prestazione registrata contro i Patriots, ha fatto posare parecchi occhi su di se, tra di questi la difesa dei 49ers. Sempre restando sul reparto offensivo e bypassando il nome di Antonio Brown, Makus Wheaton in batteria con Darrius Heyward-Bay, sembrano una coppia già collaudata da tempo e la minaccia proveniente dalla panchina di Sammie Coates, con il rientro prossimo di Martavis Bryant, li spinge a ripetere una prestazione d’orgoglio consapevoli di potersi giocare una chance fino all’ultimo snap concesso. Se Big Ben si classifica al primo posto tra i QB “underpreassure”, lo deve anche alla O-Line (nonostante manchi di un certo Maurkice Pouncey), che dimostra di migliorare sempre di più ad ogni match. Tra le note negative, troviamo un reparto difensivo in generale con una secondaria tra le peggiori della lega. Antown Blake e William Gay, partenti sulla side line nella sconfitta di Giovedì sera, si troveranno a fronteggiare  il blocco di ricevitori dei Niners, tra questi il conosciuto Torrey Smith ex Baltimore Ravens. Indiscrezioni degli ultimi giorni, dichiarano che Brandon Boykin, spettatore non pagante contro i Patriots con le dovute e comprensibili perplessità sul suo mancato impiego, avrà l’opportunità di mostrare le sue qualità ai nuovi tifosi, sebbene sia alle prese con alcuni problemi fisici da inizio settimana. Rimanendo sulla secondaria, Shamarko Thomas, dopo essere sprofondato nelle gerarchie di Mike Tomlin a causa di una preseason tutt’altro che incoraggiante, avrà modo di rifarsi Domenica sera anche se Mike Mitchell e Will Allen rimangono favoriti per un ruolo da starter, nonostante quest’ultimo abbia subito una leggera concussion in settimana. Poche novità rispetto la match contro i Patriots da parte del fronte a sette. In prima linea i solidi Cam Heyward, Steve McLendon e Stephon Tuitt, unitamente al duo di ILB Ryan Shazier e Lawrence Timmons, saranno obbligati a fare gli straordinari contro le corse di Colin Keapernick e Carlos Hyde, mentre la pass-rush sarà affidata ad Arthur Moats e Jarvis Jones in staffetta a Bud Dupree e James Harrison. Inutile dire che nel football la difesa ha un ruolo fondamentale e agli Steelers servirà quanto prima trovare la quadratura per tamponare (perché risolvere allo stato attuale è impossibile) i numerosi problemi che ormai da parecchi anni sono afflitti.

 

Injured List e suspended San Francisco 49ers

Kendall Hunter (IR) Running Back

DeAndre Smelter (NFI) Wide Receiver

Dres Anderson (IR) Wide Receiver

Daniel Kilgore (PUP) Center

Jerome Simpson (Suspended) Wide Receiver

Reggie Bush (Questionable) Running Back

Injured List e suspended Pittsburgh Steelers

Mike Adams (PUP) Offensive Tackle

Senquez Golson (IR) Cornerback

Murkice Poncey (IR) Center

Ryan Shazier (Questionable) Inside Linebacker

Mike Mitchell (Questionable) Safety

Brandon Boykin (Questionable) Cornerback

Cortez Allen (Questionable) Cornerback

Le’Veon Bell (suspended) Running Back

Martavis Bryant (suspended) Wide Receiver

 

Matchup di rilievo

Indubbiamente, il miglior confronto possibile tra i due fronti, sarà imbastito da Carlos Hyde (49ers) e DeAngelo Williams (Steelers), entrambi molto abili nel trovare i pertugi generati dalle rispettive O-Line. Apparsi in gran forma nei match di apertura contro difese tutt’altro che semplici (Patriots – Vikings), cercheranno di riconfermarsi contro difese meno ostiche.

Altro Matchup da tenere in considerazione, sarà il confronto tra l’esperto ma statico passatore Ben Roethlisberger, che dovrà fronteggiare la smagliante pass-rush mostrata nella week 1 dai 49ers e lo scrambler Colin Kaepernick, contro l’abile difesa sul running game degli Steelers.

Pronostico

Sicuramente la vittoria contro i Vikings ha riempito lo spogliatoio di San Francisco di buone sensazioni; tuttavia giocare in trasferta a Pittsburgh dopo una settimana corta è sicuramente uno svantaggio importante. Guardando le statistiche, Tomlin vanta un 8-1 come record nel season opener tra le fila di casa ed il giovane HC farà di tutto per mantenere la striscia positiva. Come detto, gli Steelers hanno molti punti interrogativi, soprattutto nel reparto difensivo ma Big Ben ha il talento e l’esperienza necessarie per sopperirle. Il pronostico finale vede in vantaggio gli Steelers che avranno dalla loro il tifo dell’Heinz Field.

Fabio Grechi (Steelers) – Francesco Grigolo (49ers)