Week 3 preview: Tampa Bay Buccaneers @ Houston Texans

Siamo solo a week 3 ma per gli Houston Texans si presenta già un test importante che potrebbe dire molto sul proseguimento della stagione del team texano.
Se da un lato infatti nessuno metterebbe la mano sul fuoco su una facile vittoria per i texani contro i Tampa Bay Buccaneers, dall’altro è innegabile che questa partita sarà un’altra occasione importante per i Texans per portare a casa una win e, in caso contrario, uno 0-3 dopo aver affrontato Chiefs, Panthers e Buccaneers potrebbe prospettare uno scenario piuttosto preoccupante per la stagione di Houston.
Dopo la sconfitta subita dai Panthers in week 2, i Texans DEVONO assolutamente trovare la prima vittoria della stagione e devono trovarla al più presto. Ecco perchè i Buccaneers, nonostante vengano da una vittoria contro New Orleans, potrebbero rappresentare l’occasione giusta per una ripresa dei texani.
Un attacco che per quanto riguarda le prime 2 giornate risulta essere tra i meno produttivi della lega (sì, addirittura meno produttivo anche di quello di Houston) e una difesa che ha concesso più di 40 punti ai Titans, non fanno dei Bucanneers una delle squadre più temibili sulla carta, ma con questi Texans mai essere troppo sicuri.

Per portarsi a casa la prima vittoria i Texani dovranno prima di tutto trovare una soluzione efficace in attacco; che sia con Mallett o con Hoyer, la offense texana ha bisogno di rimanere molto di più in campo evitando, i fin troppi 3rd & out visti in queste prime settimane, ma soprattutto avrà bisogno di mettere punti sul tabellone. La difesa di Tampa Bay non sembra così insuperabile per ora, quindi Houston dovrà sfruttare al meglio ogni occasione che capiterà sia con un passing game migliore a quello visto finora e sia con un running game che, senza Foster, sta diventando quasi irrilevante nei drive offensivi texani.
Jameis Winston ha dimostrato di essere spesso insicuro e di andare facilmente nel pallone in situazioni di costante pressione. Nessuno gliene fa una grossa colpa essendo un rookie con una squadra sulle spalle alla sua terza partita in NFL, ma la difesa di Houston dovrà assolutamente sfruttare la cosa a proprio vantaggio. Il front 7 texano dovrà mantenere sempre sotto pressione il giovane QB, con blitz di Watt, Clowney e gli altri, in modo da costringere Winston a forzare qualche passaggio di troppo, facilitando così il lavoro della secondary texana che, dal canto suo, dovrà cercare di fare un ottimo lavoro nel marcare due WRs di grande calibro come Mike Evans e Vincent Jackson.
Ricapitolando quindi la partita con i Buccaneers non è affatto una partita già scritta, e anzi siamo sicuri che creerà più di un grattacapo a questi Texans che hanno ancora molti problemi da risolvere; tuttavia se Houston vuole tornare a puntare ad una stagione ad alti livelli ha bisogno di riprendersi e di farlo subito, e i Buccaneers sono degli avversari più che abbordabili. Quindi sotto con week 3 e #WeAreTexans.

Injury report
Per i texani ancora OUT Arian Foster, Duane Brown, Mike Mohamed, Lonnie Ballentine.
Mentre per i Tampa Bay Buccaneers fuori il TE Austin Seferian-Jenkins