Week #9: Oakland Raiders @ Pittsburgh Steelers preview

Guardare la classifica diventa d’obbligo superata la metà della stagione e, ad oggi, con una percentuale del .500 (7mo posto in AFC) gli Steelers sarebbero fuori perfino dalla wild card. Per questa ragione il match di Domenica sera contro i Raiders (ore 19.00 locali) diventa di fondamentale importanza, e strappare una W rimetterebbe in carreggiata il team oltre che a dare un iniezione di fiducia in vista dei match più impegnativi. Soprattutto non ci sarà da scherzare e da sottovalutare l’avversario come accaduto contro Kansas City; i Raiders non sono più una scommessa ma sono una realtà e purtroppo per noi, arrivano nel momento meno indicato della stagione. I numerosi infortuni con cui il team dovrà fare i conti, obbligherà coloro che scenderanno in campo, a dare il 100% sotto ogni aspetto per avere la meglio contro la squadra Californiana.

Attacco:

Ben Roethlisberger sarà chiamato a una prova maiuscola per ribaltare le critiche attribuitegli in settimana. Lui stesso ha dichiarato che il ginocchio sta bene e la mobilità è buona, nonostante i colpi ricevuti dalla difesa dei Bengals, pertanto niente più alibi e insicurezze tormenteranno il QB. D’altronde, la O-Line sta dimostrando di saper contenere bene le avanzate avversarie anche con l’inserimento dei backup (Villanueva e Wallace), e la fiducia nell’attendere il compimento della traccia dei WR senza essere in difficoltà, è in graduale aumento. Restando sempre sulla linea, nello scorso match abbiamo visto quanto può essere produttivo Heath Miller in uscita dai blocchi sulle quick pass centrali o sulle feed per eludere i linebacker all’esterno. Questo avverrà ancora viste le attitudini della pass-rush avversaria finora non propriamente smagliante (14 sack). Sul wideout, tornare a macinare yarde sarà d’obbligo. Il trio delle meraviglie composto da Antonio Brown – Martavis Bryant – Markus Wheaton (quest’ultimo un po’ meno) sta bene e anche da loro ci si aspetta un progressivo upgrade tornando ai livelli della stagione passata. Soprattutto da Antonio Brown, che nei match successivi all’infortunio di Big Ben, si è mantenuto su medie di ricezione parecchio al di sotto dei suoi standard. La vera incognita della serata sarà il running-game. Non tanto per chi sarà lo starter (DeAngelo Williams), ma più che altro per gli schemi e soprattutto il metodo di gioco nei terzi/quarti down su cui siamo, purtroppo, palesemente insufficienti. Giusto per ricordarci (perché non fa mai male), Williams non è l’ultimo arrivato in NFL e con la maglia degli Steelers è stato in grado di correre oltre 100 yds nei match di apertura. Se non altro per me, l’affidamento verso l’ex Panthers è totale.

Difesa:

Passati e quantomeno disinnescati i Bengals (nel limite del pargone), Domenica ci sarà batteria offensiva di Derek Carr. Il giovane QB come tutto il reparto, sta attraversando un momento d’oro e con il duo Amari Cooper – Micheal Crabtree, sembra giocarci da una vita. Oltre alle indubbie qualità di Carr, il suo successo è anche dovuto grazie ad una solida e sicura O-Line in protezione che concede il tempo necessario per il lancio a quest’ultimo. Statistiche alla mano, uno tra i matchup più interessanti sarà quello tra la O-Line dei Raiders e la pass-rush degli Steelers (22 sack), con il rookie LB Bud Dupree che si sta rivelando (per ora) una 1st round pick azzeccata. Sempre sul front seven, dovrebbe tornare titolare Stephon Tuitt accanto a Steve McLendon nella posizione di NT. Salvo forfait dell’ultimo secondo, verrà riproposto McLendon in DE e McCullers in NT che tanto hanno fatto bene contro i Bengals. Il running-game affidato Letavius Murray (che partita contro i Jets!), che finora ha prodotto molto in termini di guadagno, verrà probabilmente a meno contro la forte “D” degli Steelers sulle corse. Spostandoci sulla secondaria, Antowon Blake ha dichiarato in settimana che gli Steelers hanno le qualità per vincere tutti i match restanti fino a fine stagione… Il primo test post-dichiarazioni saranno con gli abili ricevitori (sopra indicati) silver&black, e con William Gay dalla parte opposta dovranno limitare al massimo il guadagno di yarde. Speriamo bene! Negli spot riservati alle safety, dovrebbe rivedersi il duo Will Allen-Mike Mitchell che hanno regolarmente svolto le sedute di allenamento in settimana nonostante i ripetuti acciacchi.

Pronostico finale:

Poche sicurezze, purtroppo quasi nessune. Domenica ci sarà l’ennesima partita di cui non c’è un vero e proprio favorito. Sulla carta e nonostante gli infortuni, gli Steelers hanno migliori qualità, ma come detto con questi Raiders non c’è da scherzare! Entrambe i team sono in lotta per un posto ai playoff in AFC e cercheranno di non perdere l’occasione di battere una diretta concorrente per la lotta finale. Sarà una partita da non perdere nella speranza che, almeno questa volta, alla fine quelli a ridere saremo noi!

Blog per i tifosi italiani black&gold: http://steelersitalia.blogspot.it/