Week 10: Vikings @ Raiders recap

Minnesota non si ferma più,sconfigge 30-14 Oakland in quello che alla vigilia era considerato un test importante contro una pretendente ai playoff della AFC,ottiene il quinto successo consecutivo(non accadeva dal 2009) e con ancora 7 gare da disputare ha già pareggiato il numero di vittorie ottenute nel 2014.La squadra che fino a un mese fa faceva fatica a vincere lontano da casa è ora con tre successi nelle ultime tre trasferte e può sognare i playoff.

-ATTACCO-

Teddy Bridgewater 14/22 140 yard 1TD 4 sack 96.8 raiting
Adrian Peterson 26 portate 203 yard 1 TD
Stefon Diggs 2 ricezioni 46 yard
Rhett Ellison 2 ricezioni 18 yard 1 TD

Contro una difesa ultima nella lega a fermare i passaggi era lecito aspettarsi da Bridgewater numeri diversi.La realtà però è che questa squadra continua ad essere impostata sul running game e Peterson resta il fulcro offensivo dell’attacco dei Vikings quindi uno con le qualità di Bridgewater che ha bisogno di entrare in ritmo per esprimere tutto il proprio potenziale fa indubbiamente fatica.Non è facile capire se la difficile convivenza qb-rb sia stata sottovalutata o meno in offseason,quello che è certo è che con un record di 7-2 non è tempo di esperimenti ma bisogna puntare al concreto e al bene della squadra,l’attacco è basato sulle corse e cosi deve andar avanti fin quando avrà successo.Per commentare la prestazione di Peterson non ci sono aggettivi che già non sono stati usati quindi per non ripeterci in questo caso ci limiteremo ai vari record battuti o che sta per battere:leader NFL in rushing yard con 961(il secondo distaccato di più di 200 yard),sesta partita in carriera con oltre 200 yard su corsa(eguagliato il record nfl di O.J. Simpson),diciottesimo TD da 40 o più yard(primo in assoluto Sanders a quota 20),11.000 yard corse in carriera(21° all-time) tutto questo a 30anni compiuti e con più di qualcuno che la scorsa estate lo dava per finito.Ancora una volta il reparto ricevitori si dimostra una coperativa,ben nove ricevitori diversi ma nessuno oltre le due palle ricevute,da segnalare in negativo Kyle Rudolph autore di un drop sanguinoso in endzone(sarebbe valso il 14-0 e una partita forse più in discesa) quando i suoi compagni erano già con le braccia alzate per festeggiare la facile ricezione.

-DIFESA-

Linval Joseph 8 tackle,1 sack,1 QB HITS,1 FF
Chad Greenway 8 tackle
Terrence Newman 4 tackle,2 INT,5 pass deflettati

Questa partita per la difesa era vista come un test probante contro un ottimo attacco che nelle ultime 3 settimane viaggiava a 35 punti di media e oltre le 430 yard complessive…ebbene il test è stato superato e a dirlo sono i numeri che difficilmente mentono:solo 14 punti subiti e a 4 minuti dal termine le yard complessive erano appena 230(poi i numeri migliorati in concomitanza del garbage time),2 intercetti e 2 sack quando sempre nelle ultime 3 partite avevano concesso in tutto 1 int e 1 sack…in un anno e mezzo Zimmer ha portato la difesa dei Vikings dall’essere la peggiore della lega per punti subiti al primo posto assoluto.Tra i Dline ritorno in campo dopo tre settimane di stop per Floyd che però viene impiegato in appena 22 snap,ancora una volta il padrone della linea di scrimmage è stato il NT Joseph che bissa la prestazione contro i Rams che gli è valso il premio di difensore della settimana in NFC.Il migliore in difesa è stato il veterano Newman(autore di due intercetti che potevano essere anche tre e ben 5 passaggi deflettati) che ha risposto con una prestazione sontuosa a chi temeva che il matchup contro i veloci ricevitori dei Raiders potesse esser un punto di debolezza della squadra.Chi invece,a costo di ripeterlo fino alla noia,continua a non regalare prestazioni positive è Andrew Sendejo vero anello debole della difesa costruita ad arte dal coaching staff,il secondo TD di Carr è in gran parte colpa sua che per ben due volte nello stesso drive viene punito da big play.

-SPECIAL TEAM-

Blair Walsh 3/5 FG 3/3 XP
Jeff Locke 3punt x 143 yard avg 47.7 1 touchback
Cordarrelle Patterson 1kick off ritornato in TD

Walsh interrompe una striscia di 17 FG consecutivi sbagliandone uno dalle 53 yard e facendosene bloccare un altro ma lo special team riesce ancora una volta a contribuire alla vittoria grazie al ritorno in endzone di Patterson che riporta avanti i Vikings sul 20-14 immediatamente dopo l’unico vantaggio della partita di Oakland.Ritorno che in un certo senso vale doppio perché Minnesota dopo aver dominato il primo tempo si era trovata a inseguire e l’inerzia della partita era cambiata.Da quando Mike Priefer è divenuto cordinatore nel 2011 è il decimo TD su ritorno messo a segno dallo ST,nessuno nella lega ha fatto meglio.

-CONCLUSIONI-

Vittoria decisamente meritata con la squadra che si è dimostrata superiore in ogni aspetto del gioco,coaching staff compreso.A proposito di coaching staff l’idea di partire un giorno prima per la costa ovest,memori di quanto successo in week 1 contro San Francisco,può sembrare una sciocchezza e magari lo è,ma dimostra la cura maniacale che Zimmer e i suoi assistenti mettono in ogni cosa che fanno.Minnesota(7-2) con questo successo ottiene la miglior partenza dal 2009 e si prepara nel miglior modo possibile al match di domenica contro Green Bay che vale la testa della NFC North Division